lunedì 19 ottobre 2009

Metodi e tecniche di sopravvivenza Urbana: I flussi di traffico nei giorni infrasettimanali

Dunque, il traffico nell’urbe funziona cosi’: non si capisce.
Sono anni che studio il microcosmo urbano compreso tra casa mia e l’ufficio e ne ho dedotto alcune costanti sui flussi di traffico la cui origine e’ sconosciuta, forse e’ un grande problema metafisico su cui si devono interrogare scienziati e filosofi di tutto il mondo o se non altro parlarne in qualche interessantissima trasmissione televisiva di approfondimento culturale come mattino 5, per esempio.
Ora descivero’ l’articolarsi dei flussi di traffico casa/lavoro, precisando che le informazioni sono state reperite in una condizione di ricerca empirica protetta, tipo, per esempio, che nessun incidente abbia bloccato il mondo urbano conosciuto e che non ci siano ZTL attive o targhe alterne del cazzo
Dunque, i flussi di traffico che incontra Punzy nella sua vita quotidiana sono questi:

Lunedì ore 09.00/09.30 A.M.

Per strada non c’e’ nessuno. Il lunedì ti aspetti l’inferno, il delirio, il caos, l’ingarbuglio, il nodo scorsoio e invece no, circoli libera come l’aria, nemmeno un crocicchio piccolo piccolo, un micro assembramento meccanico, niente; puoi scendere all’ora che ti pare, dieci minuti dopo arrivi in ufficio.
Lunedì ore 18.30/19.00P.M

l’inferno. Macchine da tutte le parti, motorini, SUV,apecar,camion di traslochi , pullman turistici, sembra che l’asfalto produca macchine, che qualcuno prema un pulsante e dal nulla si secerna un’auto pronta ad imbutarsi nel traffico, ovviamente prevista di clacson gia suonante. Ora io mi chiedo se nessuno e’ uscito la mattina, come fanno tutti quanti a tornare la sera? E’ un mistero misteriosissimo, forse e’ gente che dorme al lavoro la domenica sera per evitare il traffico del lunedì mattina; in questo caso e’ un gesto generoso nei confronti di tutta la cittadinanza e andrebbe premiato con un encomio, e comunque la cosa funziona: il lunedì mattina non esiste anima criata per le strade. Grazie, cittadini nobili che la domenica sera ve ne andate a dormire al lavoro, la Punzy vi ringrazia

Martedì 09.00/09.30 A.M

traffico normodotato con rallentamenti intorno al palaEUR, perche’ il martedì non ci fanno niente al palaEUR pero’ ci sta sempre traffico poi lo superi e tutte le macchine prima della tua sembrano essere state inghiottite dallo spazio tempo boh, giri l’angolo e il traffico non c’e’ piu’, dissolto, sparito, volatilizzato..non capisco ma mi adeguo
Martedì 18.30/19.00P.M

traffico assurdo, con ingorghi intorno alle fermate della metro ancora piu’ inspiegabili del traffico al palaEUR alla mattina ma anche qui, superato quelle, le strade si sbutano, con buona pace mia e di chi come me deve tornare a casa

Mercoledì 09.00/09.30 A.M.

nessuno in vista. I fannulloni della pubblica e privata amministrazione evidentemente sono gia in malattia in vista del week end, la parte dell’urbe produttiva e che non ha un medico compiacente riesce a cavarsela abbastanza bene senza rallentamenti particolari
Mercoledì 18.30/19.00P.M

il delirio. E’ palese che i flussi di traffico sono inversamente proporzionali: Il traffico che troverai mentre torni a casa e’ opposto a quello che hai trovato la mattina mentre andavi al lavoro. Tutto cio’ e’ legge urbana non scritta, ricordala

Giovedì mattina 09.00/09.30

Il panico. In giro ci sono tutti i medici fiscali mandati dalla pubbliche e private amministrazioni per cogliere in fallo i dipendenti fannulloni, inoltre girano degli elicotteri (perche’?) i camion delle mozzarelle, pullman turistici e gruppi di giovinastri a piedi che hanno marinato la scuola e fanno lo zig zag in mezzo al traffico; i vigili sono latitanti, totalmente assenti ambulanze e mezzi di soccorso
Giovedì 18.30/19.00P.M

caos indescrivibile, la regola dei flussi di traffico inversamente proporzionali non funziona il giovedì (perche’? per quale motivo? Non lo so, non lo sa nessuno) ambulanze e pompieri a tutto spiano,sempre i camion di mozzarelle della mattina e i soliti elicotteri, poi arrivi a casa, accendi la tivvu’ e non e’ successo niente, nessuna esplosione o morte massiva ma intanto continui a sentire le sirene che ululano a pazzi fino a verso le dieci di sera.

Venerdi mattina il traffico non perviene, non esiste, sei sola sulle strade, sola con il silenzio dell’Urbe, in giro non si vede piu’ nessuno e tu pensi allora che le ambulanze la sera prima erano in realta’ rastrellamenti e vai a capire chi hanno rastrellato e chissa’ con quale criterio
Venerdi pomeriggio: e’ indescrivibile, al di la’ di ogni ragionevole pianificazione di flussi, targhe alterne e ZTL, la gente va dappertutto il venerdi pomeriggio: esce dal’urbe per andare nella casa di campagna, entra nell’urbe per passare dalla campagna alla citta’ , le mozzarlle non sono state consegnate tutte e ancora girano camion, pompieri, ambulanze, polizia, carabinieri, elicotteri, protezione civile, gli apecar del lunedì, i SUV, i carretti della frutta, scuolabus (ma come? Perche’? alle sette di sera??) pullman turistici vuoti e pieni,macchine della scuola guida ma proprio il venerdi pomeriggio gli fai fare scuola guida a sti’ poveracci? Camion frigo, biciclette e astronavi forse, non lo so non si capisce niente

Ora avrete tante inquietanti domande da pormi sui flussi di traffico ma io non ho risposte, vi avviso


22 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Se dovessi trovarmi giornalmente in mezzo a quel traffico, sarei già in galera per omicidio colposo.
Sicuramente.

mich ha detto...

Stavo già per dire, a tre righe dalla fine, "ma le bici dove sono in tutto questo frullato di mezzi di locomozione?!".
Poi eccole lì, fanno capolino piano piano alla fine. E un secondo dopo vengono spiaccicate contro un lampione dal camion delle mozzarelle che fa manovra.
Non esistono i ciclisti urbani a Roma?

Anonimo ha detto...

Io, quando vivevo a Roma, avevo pensato tante volte alla bici, ma quello che mi bloccava dall'usarla (a parte che ancora devo imparare a pedalare) era la salita del Don Orione, che manco Coppi l'avrebbe potuta fare!!!
Roberta da Sydney

silvio di giorgio ha detto...

punzy, post troppo lungo..mi fai un riassunto di 6 righi max?

Alessandro Arcuri ha detto...

Silvio... dovrebbe condensarlo in sei righe di bestemmie, armati di pazienza e leggi tutto, su! ;-)

Punzy ha detto...

silvio: no

e tu sai perchè

Punzy ha detto...

alessandro, lascialo perdere, è un illetterato che guarda solo le figure

silvio di giorgio ha detto...

alessandro, stavo per leggerlo tutto ma ho appena letto la risposta di punzy allq quale ora dico: lo voglio riassunto in 5!

il Russo ha detto...

Ma i conducenti d'auto tra le 18 e le 19 del pomeriggio, indossano calzini turchesi? Perchè in caso contrario col fischio che si muovono quei giornalisti liberi e con la schiena diritta di mattino 5!

la Volpe ha detto...

Io a Roma devo avere guidato 3 volte. Per il resto sempre a piedi e mezzi. Anche perché, incredibile dictu, casa mia è ben servita da essi.

Punzy ha detto...

silvio: attaccati
volpe, anche la mia ma per fare 13 km ci vogliono dai 40 ai 50 minuti..

luly ha detto...

Povera Punzy! Meno male che la mia bella scuola è a due passi da casa mia e che a Roma centro, quando ci vado, lo faccio da turista e, quindi, il traffico non mi tange più di tanto.....egoista che sono!!!
Un abbraccio:)

@enio ha detto...

il traffico si può evitare... come ? Io a Milano prendo sempre la metro e vado dappertutto.Bisogna sapersi accontentare...

Ciarcip ha detto...

Il problema a Roma e' che la metro NON arriva dappertutto.....

Jack ha detto...

Quando ho letto le prime 3 righe avevo già capito che l'articolo riguardava Roma, stesse identichè impressioni

bradipa ribelle ha detto...

come mi manca l'urbe!!!!

il monticiano ha detto...

Quanta nostalgia ho provato nel sapere che a certe ore le strade sono intasate da auto, camion, furgoncini, suv ecc. Mi mancano le soste prolungate ai semafori con gli strombazzamenti di clacson di chi sta dietro e vuole che tu ti affretti a muoverti anche col semaforo rosso. Che mi sono perso e che mi perdo da quando non ho più la macchina. Pazienza, soffro in silenzio:niente clacson,sirene,
urla e paroline dolci.

giudaballerino ha detto...

La prima volta che mi sono trovato qui a Roma nel traffico del venerdì pomeriggio ero convinto che fosse iniziata l'apocalisse... del resto, tuttora, nelle interminabili code che produce, ogni tanto guardo in cielo aspettandomi di vedere quattro cavalieri volanti...

Danx ha detto...

Al mattino il grosso del traffico c'è tra le 7.30 e le 8.30, non alle 9.
Almeno qua al nord.

La Mente Persa ha detto...

A Bo il venerdì è il giorno del delirio, la gente si aggrappa ai tram manco fossimo in India, macchine ovunque, pedoni asfaltati.
Dopo le 20.00 il nulla!
Nemmeno lo sciopero dei bus li ferma...

il saggio ha detto...

Hanno aperto le frontiere dello schiacchiapunzy, ora possono partecipare tuttissimi, perchè privare uno scuola-bus alle 19 di venerdì di partecipare?

Iaia Nie ha detto...

io giro solo in bici...e a parte rischiare la vita tutti i giorni...evito traffico e non contribuisco a crearlo, risparmio soldi di bollo, bollino, riparazioni e benzina, non inquino e mi tengo in forma. tiè!
:)