domenica 25 aprile 2010

Il 25 aprile è di tutti, pure dei littori. A quanto pare, la democrazia ha i suoi svantaggi


Oggi tutti i comunisti dell'Urbe sono in fibrillazione, perchè dicono che è la loro festa partigiana evviva fascisti merda. Hanno pure fatto una bella megamanifestazione con il palco i fiori eccetera... Beh, io penso che è ora che qualcuno dica a questi comunisti che la Resistenza l'hanno fatta tutte le componenti della società civile tutta, come ci ha ricordato il littorio presidente della lucente regione lombardia, culla della tolleranza razziale: Per il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni "A 65 anni di distanza bisogna riconoscere che è stato il popolo italiano in tutte le sue componenti a volere la libertà, a combattere contro il totalitarismo di ogni colore" Ma anche il nostro littorio sindaco, sempre teso nello sforzo di fare dichiarazioni ufficiali che non siano troppo littorie ma che i littori invece devono capire che lui lo è ancora nell'anima ha affermato:"Credo che la maggior parte della gente abbia maturato una memoria condivisa e la consapevolezza dell'importanza di queste celebrazioni" Tra un pò, nello sforzo diplomatico di non sembrare roppo fascista ma di far capire a tutti noi fascidentro che lui lo è ancora, inizierà a parlare in codice. Beh, io non mi farò trovare impreparata e nemmeno i miei camerati: padroneggiamo a meraviglia la lingua farfallina. Poi, ovviamente, trattandosi di una manifestazione piena di teste di cazzo comuniste, alla nostra povera e littoria presidente del lazio che sempre ci saluta con il braccio teso, appena è salita sul palco le sono piovuti insulti e ortaggi in faccia, come se noi littori non avessimo diritti di appropriarci delle feste che più ci pare e ci aggradano, specialmente questa che viene in primavera e ci induce alla scampagnata. Poi, grazie alla grandezza di Dio che è evidente che sta dalla nostra parte e non da quella delle schifose comuniste che abortiscono gloriosi embrioni littori con ogni mezzo, un limone ha colpito in faccia pure Zingaretti "Fascista, vergogna", hanno gridato i contestatori alla Polverini salita sul palco.... ma io dico e poi noi saremmo totalitari? fatela prima parlare, fatele prima alzare il braccino e poi le dite fascista, maleducati che non siete altro che non l'avete fatta manco aprire bocca!!! sapete che vi dico? tenetevela questa festa se ci tenete tanto; festeggiate voi e quei quattro cadaveri di partigiani ultracentenari che sono rimasti. Io adesso scrivo subito al nostro grande Re Sole presidente del consiglio e dico che noi littori ci dobbiamo trovare un'altra festa, più meglio di questa cosa del 25 aprile e magari, gia che ci troviamo smitizziamola stà Resistenza
Non la possiamo togliere dai libri di scuola???


e poi tutte questa canzoni partigiane tipo questa
Io ero Sandokan
che è la colonna sonora di un film di quelli comunisti impegnati dove mettevano dentro tutti questi attori che hai capito, si pensavano chissà chi beh proprio quella, di canzone riempie di tristezza il mio cuoricino littorio

perchè Faccetta Nera non è bella nemmeno la metà di questa struggentissima finta canzone partigiana

8 commenti:

maria ha detto...

Buon San Marco a tutti, ben più importante delle solite ripetitive celebrazioni!

la Volpe ha detto...

buon 25 aprile!

luly ha detto...

Buon 25 aprile anche a te, Punzy!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Quando il 25 aprile giro per i blog amici, capisco ancora una volta perchè vale la pena sempre provarci.
Ciao cara Punzy, un abbraccio.

Arguzia ha detto...

Devo ammettere che cacciare la Polverini a me non è dispiaciuto affatto.

Luigi ha detto...

Per fortuna oggi è il 26 aprile e le sterili commemorazioni del 25 aprile sono finite e archiviate.
Oggi si lavora e non si fanno inutili celebrazioni.

perfido ha detto...

Inutili un cazzo.

dark0 ha detto...

grandissima punzy!