mercoledì 17 dicembre 2008

L’Urbe del giorno dopo

Questa mattina alle sette mi suona la sveglia
Bestemmio, mi alzo, vado al bagno
MI pare di percepire, attraverso i sensi appannati ,un certo non so che di strano
Metto su il caffe’, accendo la siga, do’ da mangiare alla gatta e sempre mi sembra qualcosa di strano nell’aria ma proprio non capisco cos’e’ poi apro le finestre e mi rendo conto di qual’e’ l’emento estraniante: non sento il rumore della pioggia!! E’ finito il monsone!!! Evviva!!
Non dico che c’era il sole ma si vedeva che le nuvole avevano finito tutta la pioggia a loro disposizione, voglio dire, prima o poi doveva succedere ma ormai sembrava che sarebbe successo poi, molto poi
Tutta felice riprendo il casco, oggi niente autobus, mi lancio felice tra le strade dell’Urbe
O meglio
Di quello che rimane delle strade
Per un momento terribile io penso che stanotte hanno spostato la mia casa a Baghdad o che e’ successo un bombardamento di cui non mi sono accorta perche’ lo scenario da the day after e’ impressionante: buche, crateri, macchine ferme nei pantani non ancora asciugati, cornicioni per strada, tetti dei palazzi smozzicati, detriti dappertutto, pezzi di macchine sparse per le strade: parafanghi, vetri, specchietti, un paio di marmitte. Varie lattine ai bordi della strada, tutto ancora zuppo e fangoso. Traffico annodato, le buche non sono segnalate ne’ transennate, alcuni si fermano a prestare soccorso ai cittadini precipitati nelle voragini. I vigili si guardano impotenti.

Il nostro sindaco dice che l’Urbe si e’ ridotta cosi’ perche’ ha una fragilita’ infrastrutturale.
Come dire, se sto troppo in piedi mi vengono le vene varicose perche’ tengo la fragilita’ capillare
Proprio uguale.
L’Urbe si e’ ridotta cosi’ perche’ i soldi delle tasse dei cittadini non vengono impiegati nella manutenzione delle strade, dei tombini e per il potenziamento del servizio pubblico ma finiscono nelle tasche, nei portafogli, nelle carte di credito e nelle panze degli amministratori comunali di destra, di sinistra, di centro, di sopra, di sotto, di lato e pure di traverso, dove spero vi vadano a finire le lische del costosissimo pesce che vi andate a mangiare con la mia IRPEF
Su di voi lancio questa imperitura maledizione:
Per ogni soldo che vi rubate vi uscira’ un’emorroide a grappolo
Per ogni bustarella che vi intascate vi spuntera’ un calcolo renale
Per ogni appalto truccato 10 kg di pus sotto il molare del giudizio

Questa maledizione non e’ ritrattabile da parte della sottoscritta, investira’ anche le future generazioni e non la so togliere, quindi vi tocchera’ smettere di rubare, se volete che il pus si riassorba

E togliete quei barconi da ponte s.Angelo, cazzo!!

19 commenti:

Camu ha detto...

La maledizione vale anche per gli amministratori di Torino e comuni più o meno limitrofi?..se si l'adotto anch'io immediatamente e te renderò sicuramente merito

Punzy ha detto...

Vale per tutti, Camu.
E' a livello nazionale, anzi; internazionale

P.S. benvenuto :)

articolo21 ha detto...

Comunque tu Punzy ti devi dare una calmata... sei troppo nervosa... va tutto così bene... :)... i barconi su Ponte Sant'Angelo prima o poi li toglieranno... il 2009 è vicino... su :)

Alessandro Arcuri ha detto...

"Bestemmio, mi alzo, vado al bagno"

...sembri me!

Pietro ha detto...

prevedo un aumento di rettoscopie...

silvio di giorgio ha detto...

spero che tu ti sia fermata a raccogliere i pezzi della auto e li abbia rivenduti

Punzy ha detto...

sono calma
sono calmissima
x ale: si, avevo intuito una certa similitudine
x pietro: la rettoscopia sarebbe comunque un inizio di castigo

Punzy ha detto...

x silvio: acc! nn ci ho pensato!!

BullBlog ha detto...

Ciao.
Proprio ieri notte perlavo con 3 malcapitati automobilisti che sono finiti con le loro auto nella stessa voragine presente nella strada. Come prima iniziativa hanno posizionato i tre crchi delle ruote davanti alla fossa, per evitare le la compagnia si allargasse, poi hanno atteso quasi 3 ore e mezza l'arrivo della polizia locale.
Un saluto

XPX ha detto...

Ah Punzy: come ti capisco. Per andare a lavorare faccio diversi km. Tutti di ottima fattura esclusi i 500 metri finali di una traversa di cui nessuno (fra imprese e comune) vuol farsi carico.
La scena è apocalittica dopo la pioggia: auto che zigzagano, tir che vanno contromano perchè trasportano oggetti fragili, createri fatti a stagno dove vivono chissà quali creature ...
buona serata ;-)

Le Favà ha detto...

Pensa semplicemente che si farà il ponte sulle stretto.

Ah...non c'entra nulla?

Eppure è la risposta che si da sempre a tutto....

Comunque direi che i soldini per le emergenze nazionali (calamità) sono state tutte ciuppate per bene. Qualcosa per l'Ici (intelligentissimo averla tolta...) e per altre sciocchezzuole. Al mio paese, che è una strada e case ai lati, giunge una nuova tangenziale che si prende dopo l'autostrada. Il progetto è di una strada. E' dal '75 che si parla di questa. Manca ancora l'ultimo tratto. Però l'hanno fatta uscire nella strada principale del paese.
Morale?

Ora per uscire dalla mia via, e andare in centro del paese che dista la bellezza di 500 mt. rischio di doverci mettere 30 minuti. Mi dirai. Prendi la bici. ti dico. Nemmeno c'è la pista ciclabile, la strada è piccola e ai lati ci sono voragini che portano a due fiumicelli, pieni di ratti e schifezze.

Eh.

Ciao!

Blogger ha detto...

Io ho sperato, a dir la verità, in un'inondazione di uno stato estero a voi vicino ma nulla, cazzo, pare inespugnabile er cuppolone!
Blogger

minu ha detto...

Roma caput mundi.. immaginiamoci il resto. Piove, governo ladro!

il Russo ha detto...

O.T. Punzy, la trovi nella colonna a destra del blog sotto il banner del Russo, ciao!

Anonimo ha detto...

Se continui così con le tue cronache cittadine finisco per scompisciarmi dalle risate fino a sentirmi male. Abbi pietà di me...
DOMANI E' UN ALTRO GIORNO. Se sarà come quelli di quando ci sono stati fulmini e saette preferisco che il domani sia un'altra notte.
(Ma che ho detto?...ho l'impressione di essermi incartato perchè volevo dire un'altra cosa).

BC. Bruno Carioli ha detto...

Se organizzassimo un sabba di streghe e di maghi e facessimo la maledizione concelegrata...forse sarebbe ancor più potente.

La Mente Persa ha detto...

Mi concentro subito e invio le mie onde maligne in modo da rendere più efficace questa tua maledizione!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Sia fatto il volere di Punzy.

il Russo ha detto...

Mi unisco a te nella maledizione, ma se li mangiassero tutti in medicine!