sabato 19 dicembre 2009

La strada delle ciliegie urbane





Avete notato che a volte i contrattempi sono come le ciliegie?
Uno tira l'altro, fino all'indigestione.
Bene, la settimana appena trascorsa è stata una mangiata di ciliegie, fino allo scoppio finale del venerdi sera.
Dunque, Perfido è a Milano per lavoro, parte lunedi alle 14 con il taxi, lasciando la macchina nel parcheggio del suo ufficio
Ciliegia dopo ciliegia, alle 16.30 di ieri ci telefoniamo, è in partenza per raggiungere l'aereporto di Linate. Ciao Punzy, ci sentiamo verso le 19.30 quando atterra l'aereo.
Da questo momento le nostre strade si separano


La strada delle ciliegie di Perfido

Ore 16.30, chiama il servizio taxi per l'aereoporto. Occupato. Intanto esce dall'ufficio per avviarsi in strada, niente: il servizio taxi non risponde e così le altre due compagnie che fanno servizio per l'aereporto. Arrivato in strada, Perfido capisce molte cose, sopratutto perchè sono spariti i taxi: nevica, nevica a fiocchettoni.
Ore 16.40, Perfido si arrende e si trascina la valigia fino alla fermata dell'autobus per l'aereporto; a cento metri dalla fermata vede la corsa diretta per Linate allontanarsi.
Ore 16.45, Perfido bestemmia
Ore 16.50, Perfido gioca al pupazzo di neve vicino la fermata dell'autobus. Non bestemmia più: le labbra gli si sono congelate e non le può aprire
Ore 17.10, passa l'autobus, la corsa non diretta ma quella che fa tutte le fermate del mondo conosciuto. Perfido sale sull'autobus, si scalda un pò e ricominncia a bestemmiare perchè così perde l'aereo.
Ore 17.40, Linate. Perfido corre corre corre per i corridoi, ha fatto appena in tempo a fare il check in, hanno chiamato il suo volo; si tuffa dentro l'aereo, il comandante dice scusate facciamo ritardo: dobbamo sgelare le ali. La sua vicina di poltrona inizia a respirare in un sacchetto di carta e poi a pregare. Perfido sente che sarà un lungo, lungo viaggio

La strada dele ciliegie di Punzy
Ore 16.30, capo di Punzy chiede a Punzy se può trattenersi in ufficio a fare una cosa inutile che nessuno ha richiesto
Ore 16.45, Punzy bestemmia
Ore 18.00, Punzy approfitta che il capo è andato in bagno e se ne scappa dall'ufficio
Ore 18.03, Punzy scopre con orrore che fa un freddo boia, dovrebbe risalire su in ufficio a prendere il giacchetto tattico del motorino ma se risale il capo la crocifigge in sala mensa; allora mette in moto il bimotore e va.
Ore 18.09, Punzy è a tre metri dal suo ufficio, c'è un traffico boia
18.20, Punzy sale sul marciapiede col motorello e riesce a fare tre km
18.25, Punzy supplica il vigile di non farle la multa perchè è salita sul marciapiede col motorello
18.40, mancano 7 km a casa, tappeto di macchine ovunque, non si passa. Inizia a piovere
18.55 Punzy deve fare pipì. Le scappa, dannazione
19.15 Punzy arriva a casa, bagnata fracida lercia e anche un pò piangente; l'ascensore è rotto
19.40 Perfido telefona e dice sono arrivato, beh anche io, per fare 13 km ci ho messo lo stesso tempo che un aereo in ritardo impiega per fare Milano-Urbe.

La strada delle ciliegie di Punzy&Perfido
Ore 20.20
Punzy e Perfido si preparano in fretta per importante cena da cara amica che ha preso casa ai confini della realta' urbana; Punzy dice che se lo sente che loro in quel posto da lupi non ci arriverrano mai; Perfido non le dà soddisfazione alcuna e invece dice: Punzy, ricordi dove ho parcheggiato la macchina? certo tesoro, l'hai lasciata nel parcheggio del tuo ufficio
Bestemmia corale.
20.30 Usciamo, corriamo verso lo stazionamento dei taxi per andare in ufficio da Perfido a prendere la macchina. Lo stazionamento è deserto. Inizia a piovere di nuovo
Ore 20.45, arriva un taxi, lo fermiamo al volo e ci catapultiamo dentro. Il tassista non fa in tempo a chiederci dove andiamo ragazzi che noi lo sommergiamo di tutte le cose che ci sono successe oggi e anche ieri e anche l'altro ieri e di come e perchè noi adesso dobbiamo andare in ufficio da Perfido a prendere la macchina e il tassista dice ammazza ò che giornata ddè merda che avete avuto e poi io frugo in borsa e dico, ho dimenticato il portafoglio e perfido si guarda in tasca e dice ce l'ho io ma ho dimenticato la patente allora il tassista prende un santino dal vano portaoggetti e ce lo pone, tenete, ne avete bisogno.
Arriviamo all'ufficio di Perfido, il tassista dice: magari aspetto per vedere se vi parte la macchina, grazie lei è molto gentile, la macchina però parte, meno male.
Solo che poi ci perdiamo e proviamo a chiamare la nostra amica per farci spiegare bene la strada ma pare che la festa sia gia a quel punto in cui tutti sono ubriachi e ormai ogni discorso ininteleggibile è fuori discussione.

E' che a volte i contrattempi sono come le ciliegie: uno tira l'altro, fino all'indigestione.

24 commenti:

Favoloso ha detto...

Punzy sei fantastica questa (dis)avventura è più divertente dei film panettone di natale (anche perchè quelli non fanno ridere, fanno solo pena).
Ti consiglio di aprofittare della sventura e di scriverci su una bella sceneggiatura per il prossimo film...
e io ovviamente voglio essere invitato alla prima di "Natale all'urbe"!

il Russo ha detto...

Punzy credo che una maledizione abbia colpito più d'una persona ieri: il Perfido a Milano, te a Roma ed il sottoscritto in Piemonte che a causa della nevicata ha fatto il record dell'ora (e passa) per arrivare a casa con le conseguenze (non certo dell'ammorre) proseguite oggi per tappare tutte le cose rimaste da fare da ieri...

la Volpe ha detto...

guardala dal lato positivo: io non so ancora se riuscirò a lasciare la Norvegia...

SunOfYork ha detto...

Punzy, ma se c'andavate alla festa, a questo punto magari la prendevate per vodka e vi scolavate una bottiglia di acquaragia...
sono questi i casi in cui credere in un disegno superiore è consolatorio :)

sun

Pape Satan Aleppe ha detto...

Come dice il Russo questo è "tempo" di ciliegiate per tutti ...

Minu ha detto...

Talmente divertente che stamattina ti ho letta all'imbrattatele e lei con la sua flemma "wow ci superano in sfiga 'sti due"

Punzy ha detto...

Grazie a tutti per la solidarieta' :)

Sun, poi ci siamo arrivati, alla festa..ma gli esisti di tale arrivo meriterebbero un altro post :)

flaggello ha detto...

va be ma la macchina si è accesa!!!
ti lamenti sempre hihihiihihihih

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Queste si che sono giornate indimenticabili...

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Oggi come va?

Arcureo ha detto...

Diciamo che quando succedono queste disgrazie-ciliega, io attacco con delle eresie-ciliegia che levati. Ma interi frutteti, proprio...!

Anonimo ha detto...

mi dispiace darti un'altra ciliegina,ma oggi hanno firmato l'accordo per il gran premio di roma di formula uno.portace 'n 'altro litrooo....IL GRANDE ORSO

Punzy ha detto...

Grande Orso...ma PORCACCSTRAMALEDZZZZZZZZZZZZIONEEEEEEE

luly ha detto...

Punzy cara, vi ho immaginati durante queste allucinanti dis-avventure.....e mi son fatta un sacco di risate, da sola, come una cretina, davanti al pc:O)
L'importante è esservi ritrovati alla festa, magari con un bel po' di vino in corpo, per non soffrire più di tanto!
Un abbraccio:O)

Anonimo ha detto...

Be', cara Punzi, io oggi mi abbuffero` di ciliegie, mentre spaparacchiata in spiaggia prendero` la tintarella!
Ad ogni ciliegia un pensierino per te e Perfido.
Roberta da Sydney

Gambero ha detto...

Ti do il numero della cartomante di fiducia della nonna. Brava a togliere iatture e malocchi. Contattami in privato. (E in futuro evita di far incazzare il capo ufficio.)

GHEBBA ha detto...

degna amica mia :)

Punzy ha detto...

Gambero. Urgesi, le ciliegie continuano

Roberta: vaff....

il monticiano ha detto...

Il fatto è cara Punzy che tu non puoi dare la colpa alle ciliege, alle nespole o alle persiche.
Voi quando avete deciso di gironzolare per questo nostro Bel Paese avete sincronizzato i rispettivi orologi e avete permesso che il destino cinico e baro si prendesse beffa di te e del Per. A proposito salutamelo e digli di stare tranquillo sulla nostra cara equipe. Auguri.

Anonimo ha detto...

ahahahah Punzy!

la Volpe ha detto...

ancora non tornai, Punzy, ho ancora due giorni di lavoro

proverò il ritorno il 23 notte per raggiungere la mia famigliola di emigrati al nord (ormai sud relativamente a me)

se sopravvivo forse faccio anche una scappata in patria, nel qual caso ti fo sapere per tempo

the muffin woman pat ha detto...

io ti capisco.
perchè quando arrivo in ritardo e racconto cose così, non ci crede mai nessuno.:)

Anonimo ha detto...

Your blog keeps getting better and better! Your older articles are not as good as newer ones you have a lot more creativity and originality now keep it up!

Punzy ha detto...

anonimo: Your compliments are very much appreciated, thank you!!