lunedì 7 gennaio 2008

Cose pazze dall’urbe -2

Questa mattina, in mezzo all’affollatissima piazza Augusto Righi, che immette su ponte Marconi(uno dei ponti sul tevere cruciali per il passaggio verso la zona sud ovest della citta’) un candido vecchietto in vestaglia bloccava il traffico seduto su uno sgabello al centro dell’incrocio, bevendo una tazza di caffe’. Alla finestra di uno dei palazzoni che si affacciano sul ponte, una megera grassa e bigodinata gli diceva qualcosa che non riuscivo a sentire, dato il frastuono dei motori e del clacson. Il vecchietto, imperturbabile, continuava a sorbire il suo caffe’ borbottando: ” Che te parli? E’ inutile, nun ce salgo a casa. Qua fuori sto’ meglio che co’ te, disgraziata!! Che n’pover’omo manco un caffe’ in santa pace se po piglia’,co te!! Matta sei, matta, capito?? brutta matta. Brutta pure sei,oltre che matta. E pure vecchia. Brutta e vecchia sei”
La megera bigodinata agitava i pugni e noi tutti fermi in mezzo all’incrocio a guardarci lo spettacolo, qualcuno scalpitava suonando il clacson ma perlopiu’ si levavano voci a favore del vecchietto:”Ah nonno, levate da mezzo!! Anzi leva de mezzo lei!” o anche:” Mali mortaci della vecchia! Eh lascialo in pace no?”
Rosso, verde,giallo,rosso, ormai ero li da dieci minuti , una coda lunga almeno 4 km, l’incrocio si annodava sempre piu’ stretto, saltato ogni diritto di precedenza, inestricabile ingorgo a croce uncinata..proprio mentre mi decido a saltare incivilmente col motorello sul marciapiede arrivano i vigili e puntano dritti sul vecchietto mentre contemporaneamente cercano di organizzare il traffico..verde,giallo,rosso,fermi che mo’ passano quell’altri e sotto i fischi dei municipali, il rombo dei motori e le clacsonate mortali sento il vecchietto che dice:” capita’, io nun ce salgo da quella brutta vecchia, ma me poso piglia’ ‘n caffe’ in pace? Eh? Nun cho il diritto a pigliamme ‘n caffe’ in santa pace?

7 commenti:

ciarcip ha detto...

Come avrei voluto essere li a fare il tifo.....

Perfido ha detto...

Un autentico mito. Se hai identificato la finestra esatta gli vado a portare un chilo di caffè!!! :-)

ghebba ha detto...

la fine che farà mio marito... eheheh
:P

vale ha detto...

fantastico. ti invidio;)

Punzy ha detto...

Vale...invidi me??? sei messa malisssssssimo!! :)

sulpo ha detto...

solo una cosa, del vecchietto, non capisco: per quale motivo doveva stare al centro della strada? poteva fare la stessa cosa stando sul marciapiede.
Capisco che potrebbe essere troppo democristiano lavare i panni in famiglia, ma perché stenderli in mezzo ad un incrocio?

Punzy ha detto...

In realta' non era al centro della strada ma spostato leggermente di lato (anche se l'effetto ingorgo l'ha creato lo stesso); da un'esame della situazione credo si fosse messo in quella posizione perche' sul marciapiede la moglie non l'avrebbe visto ed essendo il suo scopo fondamentalmente dimostrativo, era indispensabile la visibilita' e lo spartitraffico in quel punto e' molto stretto, non ce l'avrebbe fatta a piazzzare lo sgabello. Oppure, molto semplicemte, tutto questo non ha un perche'.