domenica 8 giugno 2008

Mille scuse

Faccio mille scuse a chi, pur volendo venire a vedere il mio monologo, non e' potuto esserci perche' sono stata senza collegamento per qualche giorno e ovviamente non ho pensato alla soluzione piu' semplice, ovvero andare in un internet point e controllare chi aveva richiesto informazioni. Io sono avulsa dalle soluzioni semplici.
Se vi puo' consolare, devo fare mille scuse anche a chi ci e' venuto, in quanto il mio monologo e' stato preceduto da un gruppo criminale appartenente a qualche cellula terroristica impazzita che ha ucciso il pubblico di noia ed orrore attraverso dei suoni disarticolati che chiamavano musica. Dev'essere un nuovo tipo di arma batteriologica.
O una speciale indulgenza verso schizofrenici convinti di essere musicisti. Loro producevano questo rumore, la folla schifata ma impietosita non riusciva a dirgli di smettere e loro hanno continuato per un'ora intera. Devo dargli atto, pero', di un notevole stoicismo: non hanno smesso neppure quando tutto il pubblico, tranne una ragazzina di 3 anni evidentemente innamorata del batterista se ne'e' andato.
The show must go on

2 commenti:

ghebba ha detto...

sono stata felicissima di esserci, anguilla system a parte!
e tu eri bellissima
:)

Punzy ha detto...

Troppo buona :)