lunedì 28 luglio 2008

Derivati urbani

Dove per derivati intendo: cittadini che vanno alla deriva nell’Urbe

Preciso il concetto di deriva urbana: direzione incerta tracciata da cittadino instabile in movimento, a piedi o in un qualsiasi mezzo di locomozione.

L’urbe ne e’ letteralmente invasa: una sottospecie di zombie traballanti che ingolfano le strade, le corsie dei supermercati, i marciapiedi: bocca aperta, sguardo vacuo, espressione stupita, come se non sapessero chi sono e cosa stanno facendo e soprattutto, perche’ lo stanno facendo. E ce lo chiediamo pure tutti noi che gli capitiamo dietro.
Sara’ il caldo? Qualche virus che ci sta mandando letteralmente il cervello in pappa?
I derivati sono pericolosisssssimi: instabili ed irascibili, privi del senso della realta’ e non presenti a se’ stessi possono causare piu’ incidenti di un cervo che attraversa la strada in pieno centro di Milano.
E’ impossibile capire le intenzioni di un derivato: cammina in macchina in mezzo alla strada, va un po’ a destra,un po’ a sinistra, si rimette in mezzo, frena, accelera, inchioda. Cosi’, a cazzo
Non puoi mai sapere che direzione prenderanno, quali sono le loro intenzioni e quando avrai la possibilita’ di toglierteli dalle palle.
Questo week end ne ho fatto il pieno: domenica mattina al supermercato, derivato di sesso femminile, enorme,carrello traboccante; se lo trascinava dietro con una mano mentre caracollava nella corsia dei vini (forse si era fatta un assaggino?), andava a destra, a sinistra, poi si fermava guardando in alto (visione mistica?) e sto’ carrello che seguiva traballante la sua derivante padrona, rischiando di distruggere tutto e soprattutto di distruggere me.
Permesso signora, mi scusi..
si volta, sguardo vacuo.
Dovrei passare
Occhi appannati
Nessuna reazione
Ovviamente la spingo e passo perche’ non e’ che posso aspettare tutto il giorno che il derivato torni in se’ , magari non succede mai e facciamo inverno dentro al supermercato
Stamattina, per strada. Strada stretta in salita, motorino che sbuffa; enorme SUV davanti, trenta all’ora, provo a sorpassarlo e accelera, poi decelera, mette la freccia a destra ma non gira, poi la mette a sinistra allora provo a superarlo a destra ma quello ovviamente gira a destra e a momenti mi uccide ma io brava e lesta zompo col motorino sul marciapiede; orrore degli orrori, pero’, il SUV rimane in mezzo alla curva, fermo. Dopo qualche secondo accende le quattro frecce, scatenando i clacson e le urla degli impazienti urbani. Mi infilo nel piccolo spazio stradale lasciato dal pachiderma, passando lo guardo: trentacinque anni circa, fermo, occhi vitrei, si guarda intorno come se fosse arrivato li da sonnambulo e stesse cercando di capire il senso di se’ stesso, fermo ad un incrocio in mezzo ad una curva
Mi ha fatto un po’ pena.

Quasi quasi inizio a terminarli per porre fine alle loro sofferenze

11 commenti:

Alessandro Arcuri ha detto...

Se vieni a farlo anche a Padova i proiettili ce li metto io...!
^__^

Il saggio ha detto...

Stava giocando con me a monopoli. In cambio della curva mi ha dato corso Magellano e Bastioni Gran Sasso.

articolo21 ha detto...

Morte al SUV.

il Russo ha detto...

Chiamami quando cominci perchè dalle mie parti di sti rincoglioniti é pieno, sò di gente che ha fatto un incidente con torto con conseguente aumento del premio della polizza perchè sti minchioni hanno inchiodato improvvisamente per non si sa quale motivo, o gente (non scherzo) investita all'ipercoop da un carrello "condotto" da uno di sti decerebrati...

the muffin woman pat ha detto...

io sto con i derivati.
mi spiace:) però solo a piedi.

Anonimo ha detto...

cari ragazzi un consiglio da un vecchio saggio(anche se punzy sul saggio non è d'accordo)i derivati sono quelli che seguono le direttive del vecchio nano,e,siccome il nano maledetto dice e disdice questi poveretti restano alcuanto interdetti senza le di lui certezze,ecco il loro vado non vado giro non giro.e quello sguardo vacuo ha un solo motivo:l'unico neurone che hanno sta seguendo le Sue direttive.IL GRANDE ORSO

Punzy ha detto...

Buongiorno a tutti...vi vedo particolarmente attenti al tema dei derivati urbani..evidentement eil problema e' molto sentito..

intanto, li metto nella lista dell'odio collettivo, che se lo meritano

per il saggio: ma non potevate giocare nella tua stanzetta invece che in mezzo alla strada?

per grande orso: senti io il nano lo odio ma non tutto discende da lui...anzi, direi che il nano discende dai derivati: essi non hanno cognizione di causa e lo votano e noi ce lo ciucciamo...

bradipa ribelle ha detto...

FANNO PAURA

perfido ha detto...

e anche un po' schifo...

Iaia Nie ha detto...

eham..scusa punzina, non volevo venirti addosso col carrello...

Punzy ha detto...

GRRRRRR allora eri tu....