mercoledì 16 settembre 2009

Metodi e tecniche di resistenza urbana: i nuovi mestieri urbani nell'era digitale della crisi

Dunque, in questo preciso momento storico io ritengo che noi tutti si abbia due scelte: o fingere che la crisi non ci tocca e se abbiamo perso il posto di lavoro la prendiamo con allegria fino a quando non racimoliamo denaro sufficiente a comprare una pistola per spararci in bocca, o accettare che siamo nei guai, cazzo e darci da fare per superare la crisi.
Noi cittadini siamo gente pratica che non si piange addosso e se perdiamo il lavoro per colpa della crisi che non c'è, siamo pronti, ci rimbocchiamo le maniche e ci diamo da fare.

Cucù, Il lavoro non c'è più?
No problema, ce lo inventiamo.
Tra le categorie di lavori urbani inventati più diffusi abbiamo lo SPARTITRAFFICO UMANO
Lo spartitraffico umano fa la stessa cosa che fa il suo omonimo inanimato, solo che è più divertente perchè se ci vai a sbattere sopra lo spartitrafico umano muore.
Amen
Lo spartitraffico umano si sudivide in due sottocategorie: lo spartitraffico umano immobile e lo spartitraffico umano semovente
Lo spartitraffico umano immobile se ne sta fermo in mezzo alla strada con l'espressione vuota e assente mentre tutti sterzano frenano e bestemmiano per evitarlo
Lo spartitraffico umano semovente si muove in mezzo alle carreggiate senza senso nè criterio alcuno mentre tutti sterzano frenano e bestemmiano per evitarlo.
Ovviamente la variabile semovente rappresenta la sfida più difficile per noi cittadini date le sue caratteristiche di imprevedibilità; immagino che il semovente sia l'equivalente di un quadro o un funzionario, insomma che prenda più soldi perchè il suo lavoro è più difficile. In compenso, l'automobilista che lo mette sotto perde più punti sulla patente perchè oltre a fare un incidente lo ammazza pure.
A volte mi chiedo: ma fare lo spartitraffico umano è una vocazione? cioè, è una cosa che desideri sin da piccolo? e poi: come fa lo spartitraffico umano immobile ad arrivare al centro della strada? ce lo piazza il comune? è un lavoro che ha delle prospettive future, delle possibilità di carriera? tipo, se lavori sodo puoi diventare guard rail?
Solo il futuro ce lo dirà
Rimanete sintonizzati su Cronache cittadine per nuovi interesanti sviluppi del delirio urbano!

15 commenti:

il Russo ha detto...

Premesso che la raccomandazione finale è superflua perchè col cippirimerlo che ti liberi del sottoscritto, non so dare risposta alle tue domande, o meglio, non a tutte.
Credo infatti che lo spartitraffico umano sia una vocazione che, ad un certo punto della propria esistenza, l'essere urbano non può sopprimere e, benchè tendenzialmente autodistruttivo, deve appagare alla faccia delle nostre coronarie e della nostra fedina penale che rischia d'essere sporcata da un fastidiosissimo omicidio colposo...

the muffin woman pat ha detto...

punzy forse a ottobre vengo a roma. me lo offri il caffè?:)))))

Punzy ha detto...

Pat ma certo, sei la benvenuta, lo sai

Russo: beh se è una vocazione, alzo le mani...

il Russo ha detto...

Quante cacchio di virgole ho messo? Vabbè, vado a spartire un pò il traffico delle 11.00 di sera....

Pietro ha detto...

Dove c'è da spartire qualcosa l'italiano non si tira mai indietro...

Punzy ha detto...

Pietro: parole sante...

Andrew ha detto...

grande come sempre punzy!

tino bombarda ha detto...

io proprio un anno fa ho fatto lo spartitraffico in piazza esedrea, sulle strisce... un pioniere? voglio la nomina a cavaliere del lavoro!

tino bombarda ha detto...

io proprio un anno fa ho fatto lo spartitraffico in piazza esedrea, sulle strisce... un pioniere? voglio la nomina a cavaliere del lavoro!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Resta un modo per eliminare i disoccupati. Magari li assumi a tempo determinato, una volta accaduta la tragedia, c'è un disoccupato in meno che rientra nelle statistiche.

Bastian Cuntrari ha detto...

Punzy, possi fa' lo fumo!!! Altro che Littizzetto...
Per lo spartitraffico mobile, però, proporrei un incremento di 2 punti patente agli automobilisti che non solo non lo spianano sulla carreggiata, ma che riescono a seguire anche la mutevolezza della viabilità voluta dal suo capriccio: un premio alla prontezza di riflessi!

eppifemili ha detto...

io sono uno spartitraffico semovente.
Nel senso che mi muovo.
però a volte rimango inchiodata col tacco nel sanpietrino.

ellì so' cavoli!

giudaballerino ha detto...

E' una delle opportunità di lavoro migliori che ho sentito ultimamente. Grandioso. Anche se, sarà pure un luogo comune, ma lo sanno tutti che guard rail poi ci diventano solo i raccomandati...

Punzy ha detto...

giudaballerino: io sono un'idealista irriducibile, voglio credere di poter diventare anche uno stop, se lavoro sodo


bastin: possi fà lo fumo???

ladyoscar ha detto...

quando si dice la creatività....