giovedì 11 giugno 2009

La Punzy e i suoi demoni: il cambio di stagione

Ecco, io temo il momento in cui devo mettere ordine nella vita dei miei abiti; temo talmente tanto questo momento che in genere lo posticipo fino a quando a dicembre le maniche corte non mi fanno diventare le braccine blu e giugno le scarpe chiuse non mi riduono i piedi a polpettine.
Quando ero single, avevo un meraviglioso armadio quattro stagioni tutto per me; ogni anta una stagione e i miei vestiti sguazzavano comodi e larghi sulle stampelle ed i ripiani. Questo comportava che io non dovevo odinare un bel niente: tutto stava nella sua stagione, io al imite dovevo solo cambiare anta da aprire.

Adesso l'armadio è diviso con il Perfido che ha molti più vestiti di me e dato che chissà come mai i soldi per comprare un altro armadio non ci sono, i vestiti non corrispondenti alla stagione stanno ammucchiati in valigie che in realtà erano destinate a tutt'altro scopo.
In preda ad un immondo attacco di calore mi sono decisa, ecco, lo faccio.
Il segreto sta nel mettere tutti i tuoi vestiti fuori dall'armadio e dalle valigie, così poi per forza devi rimetterli dentro da qualche parte, anche se a metà lavoro vuoi mollare e ti rompi le palle commecchè di quello che stai facendo è inutile: ormai hai iniziato, non te ne puoi tirare fuori.
Dato poi che l'ultima volta che ho fatto un cambio di stagione in realtà ho traslocato e mi sono limitata a infizzare in scatole di cartone tutti i vestiti che uscivano fuori da ogni angolo della vecchia casa, il lavoro di quest'anno richiede un'opportuna classificazione di tutto lo scibile vestario, allo scopo di gettare via quello che non serve.Per cui, tiro fuori tutto e classifico i miei abiti e mi rendo conto che possono essere divisi in tre categorie:

Vestiti che ho comprato in evidente stato confusionale pensando di essere alta un metro e ottanta e di pesare 48 KG
Non so come siano finiti nel mio armadio
Cioè stà roba io non avrei potuto metterla nemmeno quando ero magra, nemmeno quando ero magra a dodici anni, è roba che nessun essere al mondo può infilarsi, eccetto, forse, una sogliola anoressica che abbia il buon gusto di rivomitare subito il plancton ingurgitato.
E' evidente che vado a fare shopping in stato di sonnambulismo.
O forse da ubriaca.
Ancora con il cartellino del prezzo attaccato, meglio che non faccia il conto del mio shopping compulsivo. Il bello è che io non sono compulsiva, cioè ho un sacco di altre nevrosi, talmente tante che se me ne vendessi qualcuna rimrrebbe comunque materiale per almeno tre manuali di psichiatria fobica ma non sono compulsiva,per cui non capisco,è una cosa veramente strana, devo proibire a tutti i negozianti del quartiere di servirmi alcunchè se non sembro in perfetto stato di vigilanza, è l'unica soluzione. Vabbè questi via, nella campana dei vestiti usati anche se sono nuovi, praticamente intatti

Vestiti che non mi vanno più da anni e che dentro di me so che non mi andranno mai più
Ok,sono cinque traslochi che me li porto dietro.
Lo so, lo so, i jeans di quando avevo sedici anni non potrò più indossarli. Ma ammetterlo vorrebbe dire accettare la sconfitta, il tempo che passa e, soprattutto, l'amara realtà: non porterò mai più la quaranta, se proprio m'impegno e mangio gambi di sedano per i resto della mia misera esistenza, arriverò al massimo ad entrare nella quarantadue e comunque, beninteso, ringrazierò Dio, Buddah, Allah e chiunque risieda nella sfera celeste per questo. Ma non posso buttarli, non posso.
Non c'e' storia, rimangono con me
E io voglio immediatamente dimenticare di aver formulato coscientemente il pensiero che non riuscirò più a rimetterli, per cui: cencellate immediatamente il ricordo di aver letto quest post..


Vestiti comodi che mi stannno bene ma che sono privi di qualsivoglia gusto estetico Ma che schifo, sono veramente una pezzente, tanto vale che compri dei sacchi di Juta e ci faccia dei buchi per la testa e le braccia, ma insomma; credo di aver urgente bisogno di un personal trainer per l'abbigliamento, uno di quei tizi che ti seguono nel camerino e che ti costringono a comprare cose decenti facendoti notare tutti i difetti di quelle che invece vorresti comprare... vedendoli tutti insieme sul letto mi fanno veramente impressione, che schifo; un pezzo per volta mi sembravano una buona scelta: comoda pratica ed efficiente; evidentemente il mio cervello quando si sconnette compra vestiti per barbie, quando è connesso compra cose da sbrodolina. E'ora di aggiornare il mio quadro nevrotico ed aggiungerci: schizofrenica nel tempo libero

Sai che c'è? io riammasso tutto mell'armadio e chi si ne ne frega, la mattina metto una mano dentro e quello che arraffo mi metto ma guarda un pò clasasificare i miei vestiti e che sò un classificatore, alle scarpe manco dò un'occhiata per mettere via quelle invernali, io sai che facio domani mi vado a comprare un paio di sandali e metto quelli tutta l'estate e la scarpiera quello che c'e' dentro manco lo guardo, ciao

17 commenti:

Daniela ha detto...

sembro io! Il mio armadio è pieno di roba che non potrò mai più indossare! Mi limito ai miei jeans elasticizzati e le gonne a busta (come le chiami quelle che si avvolgono attorno alla vita per poi legarle con un nastro?): sono tutti abiti "senza taglia"!
P:S: ma non butto comunque via niente: credo ancora nei miracoli!!
ciao

Pino Amoruso ha detto...

Se è così, conclusione saggia la tua!!!
Grande Punzy!!!
Buona giornata ;)

Bruno ha detto...

occhio a non pescare nella parte di armadio sbagliata :-)

il monticiano ha detto...

Hai pensato ad una bancarella a Porta Portese?
Il consiglio vale per i tuoi di vestiti mentre per quelli di Lui ti do le mie misure: 1.65 circa per 70 Kg.anora circa.
Alle volte potrebbe essere una soluzione.

Bastian Cuntrari ha detto...

Punzy, come me...
Ma com'è che il Perfido e il Water (senza la "L"...) hanno più vestiti di noi?
E anche più scarpe, il porco!

"Vestiti che non mi vanno più da anni e che dentro di me so che non mi andranno mai più": ma davvero l'hai scritto? Boh? Io mica me lo ricordo...
(Io - come diceva Pappagone - "uguaglio").

Vale ha detto...

punzy.... sarei in una situazione altrettanto incasinata... ma i traslochi mi hanno aiutata molto... a ogni trasloco BUTTO via tutto l'inutile!

approfittane al prossimo! :)

Pietro ha detto...

soliti problemi di donne ...:-)

Dagmar ha detto...

miii.. io devo traslocare tra due mesi, e ogni volta che guardo il mio armadio, mi viene da piangere. Ho iniziato a fare uno scatolone per i parenti in Romania... ma ogni volta che ci metto dentro qualcosa, poi lo ritiro fuori "ma no, dai, questo lo metto ancora.." "ma no, ha i buchi, non posso mandarlo via.. e in fondo a me piace tanto metterlo quando fa freddo...".."ma no, questo mi ricorda il giorno del primo bacio con la grande ossessione della mia vita"..ecc ecc. Poveri parenti, mi sa che alla fine non si beccano nulla....

La Mente Persa ha detto...

Pure Ale ha più vestiti dei miei, pensare che nella casa nuova volevo concedergli solo un'anta su tre!
Mi ha fregato!

Gambero ha detto...

Anch'io shopping.. Ma fa caldo.

luly ha detto...

Non disperare, Punzy. Vedrai che, prima o poi, ti verrà il coraggio di buttare via tutto quello che ingombra troppo..........non buttare Perfido, però!;-)
Un bacio!

Minu ha detto...

hai tralasciato il cassetto dei pigiami e dell'intimo!!!
se è come il mio, non c'è soluzione.. davvero!

Minu ha detto...

hai tralasciato il cassetto dei pigiami e dell'intimo!!!
se è come il mio, non c'è soluzione.. davvero!

Punzy ha detto...

bene, siamo tutti sulla stessa sgangheratissima barca..

Franca ha detto...

Ah che bello avere un armadio tutto per me!

the muffin woman pat ha detto...

io ho anche la scatola:
vestiti che potrebbero essere utilizzati per qualche festa in maschera
ci sono tutte quelle cose che ho comprato convinta di poterle mettere per uscire, ma che poi grazie a dio, il buon gusto è entrato nel mio cervello.

aleph ha detto...

Ho risolta da tempo il prob. Non essendoci MAI armadi a sufficienza ( se anche ne compri uno, dopo una settimana dici che ce ne vorrebbe un altro), non faccio più il cambio di stagione. Ma chi l'ha detto che lo si deve fare? A parte i piumoni e i giacconi che faccio finta di dimenticarmi inn lavenderia fino a settembre, tutto il resto può sempre servire ( questo è il mio alibi).