lunedì 15 giugno 2009

Tassisti urbani: considerazioni di un cittadino qualunque

Dunque, ieri rientro dalla mia città natia nella congestionata Urbe e dato che TRenitalia aveva deciso di non sorprendermi nemmeno questa volta, il treno è arrivato con mezz'ora di ritardo. Troppo tardi per prendere la metro, mi fiondo in un taxi. Ora, dovete sapere che io ho questo Karma con i tassisti: li becco tutti pazzi scocciati e con la sindrome logorroica all'ultimo stadio: quello dove parli e non t'interessa se l'interlocutore nel frattempo si è dato fuoco.
Quindi il mio tassista parla e ciarla, io mi limito a mugugnare e annuire quando mi sembra opportuno e mi guardo la città dal finestrino. Intanto il tizio va a ruota libera e mi dice che ieri ha prestato servizio taxi al gay pride

(oh bene, interessante, prepariamoci a sentire una sfilza di ovvietà insulse sui gay)
Esordisce con un io signò, sò de destra
(ecco, arriviamo subito al punto)
però sò a favore degli omisessuali
(ma guarda un pò, questa è nuova, sentiamola)
Io dico: tu sei frocio e ti vuoi sposà n'artro frocio, che mè frega a mè? pemmè, io gliò dicò signò, ognuno può ffà come vuole, basta che non mi rompe li cojioni
(diciamo che in linea di massima concordo)
Tanti dicono gli omisessuali sò scherzi dà natura, un poco lo penso pure io, però poi dico: ma chavemo tanti di quelli scherzi dà natura in circolazione in italia ma proprio con questi ce la dovemo dà piglià? E allora basta, me sò convinto, ognuno fa come je pare, oh no?
(molti, moltissimi scherzi della natura in italia, pacchi spropositati di scherzi della natura)
Però ieri al gay pride stavano tutti vestiti strani, un poco me facevano impressione, tutti eccessivi e poi ho caricato una, chavrà avuto settant'anni, tutta con le zinne di settant'anni de fora, nà minigonna corta corta che con decenza parlando se vedevano tutte le mutanne
(sempre di settant'anni, immagino)
e stè zinne coperte solo da un fulmine tutto luminoso che copriva er capezzolo e poi tutto de fora..ora io dico, sei lesbica e sò cazzi tua ma se me sbatti le zinne di settant'anni sotto l'occhi tutte de fora, sò pure cazzi mia perchè a me me facevano proprio schifo
(ok, qui ho riso, non ho resistito, tassista uno-punzy zero)
beh,però mica le faceva schifo perchè era lesbica, le avrebbe fatto schifo pure se fosse stata etero, ah certo a me le zinne di settant'anni me fanno schifo e basta, poi ho caricato altre due, una era nà pischella, manco vent'anni che stava cò nà vecchia tutta viscida che diceva dai, vieni a casa mia e se l'e' rimorchiata, brutta bavosa, scusi però, se saliva un vecchio porco maschio con una ventenne? le avrebbe fatto schifo lo stesso?
eccerto che me faceva schifo, a me quelli che vanno coi pischelli me fanno schifo

(ok, me la gioco)
ahem ma proprio in questi giorni è nato uno scandalo a proposito del president..E NON ME NE PARLI SIGNO', nun ne parlamo proprio, io quello manco dipinto lo voglio vedè, mi moglie dice ma quella sarà à figlia, se se, ancora credi alle favole te, se lo vedo per strada lo metto sotto col tassì
(.....)
che scusi signò che per caso l'ho offesa? vota da quella parte là?
no guardi, mai votato lui manco per sbaglio, io invece si, nà vorta, nel '94..sò ricorda lei er '94?
come se fosse ieri, guardi
ecco, io quella volta là si, l'ho votato, chavevo creduto poi bbasta: me freghi nà vorta, bravo tu, me freghi dù vorte, fesso io, o no?
e direi di si e vorrei dirle, inoltre, che se gli omosessuali vedessero riconosciuti i proprio diritti, non
dovrebbero manifestare, soprattutto in maniera così eccessiva, per avere visibilità

Tassista ferma di botto in mezzo alla strada, un enorme camion ci scansa mandandoci i mortacci generazionali. Si gira verso di me, non può ripartire, è fermo su sè stesso; si volta, ha il brillio della comprensione negli occhi, è in un momento epifanico: Eccha raggione signò, io mica chavevo penzato!!! eccerto, se uno cha I DIRITTI NON è CHE DEVE ANDARE IN PIAZZA Cò LE ZINNE DE FORA PER CHIEDERLI..VEDI? ecco, eccerto ma infatti io sò d'accordo coi diritti, i diritti sò de tutti, i
diritti ce li devono avè sti poracci, e channo raggione

Scusi, una curiosità, ma lei per chi vota?
Io? ah ma io non voto proprio a nessuno, er pensiero mio oggi nun è rappresentato da nessuno e io quindi nun voto, nun voto a nessuno..ma perchè lei signò ce va ancora a votà?
si, sempre
Ah signò, lei perchè è ggiovane, ancora che ce crede
(gia gia gia)
Io je voglio dì nà cosa, io sò 'n tassista, nà persona qualunque e lei è nà passeggera, lei è più istruita de me, questo l'ho capito ma è comunque nà persona qualunque, vogio dire, e due persone qualunque parlando sò riusciti a trovà, me sembra, un punto d'accordo no?
senz'altro
e allora me sà spiegà perchè quei magnaccioni ar governo, de destra e de sinistra non se mettono d'accordo manco pè decide se è mercoledi o giovedi??
(..ok, basta, ha vinto, tassista venti-Punzy zero, vita reale contro politica: cento a meno due)
Non riesco a dirgli niente,anzi, penso alla mia ostinazione democratica di dire comunque la mia, di provarci ad ogni costo e mi sembra vuota e priva di senso
Io torno a votà quanno morono; tanto sò sicuro de nà cosa: prima morono loro e poi io

e speriamo...

18 commenti:

ventopiumoso ha detto...

che meraviglia questo tassista.. cmq punzy, hai fatto un po' di errori ortografici (cioe' non dico le frasi dialettali).
eccheccazzo! ortografia 1 punzy 0
(ma che minchia scrivo??)
e forza punzy

Pape Satan Aleppe ha detto...

Saggio tassista di destra.

Rouge ha detto...

Mi sa che devo trasferirmi a Roma! I tassisti qua da me ancora grazie se ti salutano, altrochè intavolare discorsi!

Martina Buckley ha detto...

Ciao Punzy, leggo il tuo blog da tempo, mi sono decisa finalmente a lasciare una traccia... splendido racconto, forse forse un speranza? La conclusione vale da sola cento discorsi poltici ;)

Bastian Cuntrari ha detto...

W il tassinaro, Punzy!
Se non avessero tutte le auto blu che hanno e ogni tanto magari prendessero un taxi, quei porconi riuscirebbero ad ottenere semplici e pragmatiche lezioni di come gestire la "res publica"...

il monticiano ha detto...

Immaginavo che i tassinari fossero per la maggio parte di destra, non capisco poi il perchè o forse c'è.
Ma almeno questo che t'è capitato è uno che il cervello cerca di
farlo funzionare.
Sul fatto che è sicuro che muoiono prima loro e poi io lo spero lo spero più di lui.

Pierprandi ha detto...

Punzyna scopri come si chiama quel tassista che alle prossime elezioni lo voto!!! Besos

luly ha detto...

Ad avercene un po' di più di tassisti così!
Bell'incontro, vero?!?
Baci:)

Punzy ha detto...

Luly: si, bello

ragazzi, per me questo incontro è una speranza: esiste una destra non fascista (strano), che non è xenofoba (strano) me che si pone come conservatrice e comunque disposta a passare sui propri pregiudizi..

Gap ha detto...

In tutti questi smielati complimenti mi voglio distinguere.
Nulla da dire sul resoconto di Punzy, bello eben scritto, mi verrebbe da dire "Gran bel post".
E' la conclusione che non mi convince. Con un tassista di destra, a Roma sono comunque la maggioranza, ho intavolato una discussione simile mentre mi portava al giornale dopo una manifestazione. Alla fine, pur senza dirci che cosa avremmo votato, il tassista mi ha detto che ci sarebbe andato e ho la segreta speranza che abbia votato almeno per un partito democratico. Il discorso del tassista di Punzy non fa una piega ma non andando a votare resta fine a se stesso. La classe politica si perpetuerà e noi continueremo a pestare acqua in un mortaio.

Punzy ha detto...

gap, se il tassista votasse, farebbe danni!! grazie alle continue scissioni della sinistra, noi elettori possiamo scegliere quale pezzo di sinistra sostenere ma un elettore di destra moderato che non vuole votare il nano nè i vari neo fasci, che scelta ha? e poi, ho la forza solo per votare io, non ce la faccio a convincere altri....

flaggello ha detto...

il tassista coscenzioso
che parla di politica
un consiglio prezioso
ha dato alla mitica
Basta che non mi rompi i coglioni
caro Silvio Berlusconi
una volta mi hai preso per li culo
la seconda mio caro, te ne vai a fare in culo.

l'incarcerato ha detto...

Questo tassista è un grande, ti ha superato Punzy!!

Comunque i suoi discorsi sono quelli comuni che si sentono nei Bar. Però questo ha quel qualcosa in più che lo rende davvero originale.

Miranda ha detto...

Speriamo che il nostro amato Presidente attraversi per caso la strada quando arriva sto tassista... fosse mai che tenesse fede alle parole dette.

articolo21 ha detto...

Nun glie crede... i tassisti a Roma votano tutti per Alemanno :)

Luz ha detto...

Oggi (giornata nera!!!) il tuo post mi ha riportato il sorriso sulle labbra, non sai quanto ne avevo bisogno! La storia del tassista è meravigliosa e in parte conosciuta, nel senso che ho sentito tanta gente ragionare così. ma allora Al Tappone, chi lo vota?

Ghebba ha detto...

E speriamo!

bradipa ribelle ha detto...

mitico tassista!!!!!