mercoledì 15 luglio 2009

Metodi e tecniche di sopravvivenza urbana: come essere un pedone nell’Urbe e vivere felice e contento lo stesso

Questo post e’ dedicato ai pedoni e anche a me che spesso sono pedona.
In questa urbe motorizzata, piena di SUV, smart, camion di mozzarelle e carri attrezzi pronti a sopprimere la vita pedona non appena gli si presenta sotto gli occhi, devo dire che anche i pedoni a volte offrono delle provocazioni insostenibili a qualsiasi predatore meccanico, cosi’ come la gazzella dei documentari di National Geographic va sempre a bere allo specchio d’acqua dove si era appostato il leone gia dalla puntata precedente.
Dunque, mi sembra opportuno riassumere delle brevi indicazioni di sopravvivenza e corretto uso dell’attraversamento pedonale.

Si attraversa solo sulle strisce pedonali
Le strisce pedonali sono righe bianche orizzontali poste ai due estremi di un marciapiede, in genere in prossimita’ di un incrocio. Se attraversate su queste strisce non avete garanzia alcuna di non essere scamazzati ma i vostri eredi saranno risarciti e almeno avrete fatto qualcosa di buono per qualcuno.

Si attraversa solo se il semaforo e’ verde
Il semaforo e’ quel palo giallo con tre lucine in alto. Le lucine hanno tre colori: verde: si passa; giallo: se sono gia in corsa mi affretto; rosso: sto fermo. Dunque ripetiamo: verde passo, giallo mi affretto, rosso mi fermo. Questa e’ la sequenza corretta. Non: verde, guardo in alto in basso e nel vuoto e non mi muovo; giallo: uh meglio che scendo dal marciapiede e vado piano piano dall’altra parte; rosso: ma dove avro’ messo le chiavi di casa? Quasi quasi mi smuCino nelle tasche per cercarle, qui, proprio in mezzo all’incrocio e con le macchine che hanno il verde. Cercarsi le chiavi in tasca mentre c’e’ il rosso pedonale e’ una provocazione bella e buona per qualsiasi automobilista ed e’ considerata un’attenuante giuridica in una causa di scamazzamento pedonale. Pensateci

I passeggini non vanno sporti impunemente al di fuori del marciapiede, strisce pedonali o meno. specialmente se dentro c’e’ un bambino. So che pensate che il mondo si fermi quando vede vostro figlio ma non e’ cosi’, voi lo sporgete e qualcuno ve lo prende con il paraurti e ve lo fa volare lontano lontano, nell’alto dei cieli. E poi succede la tragedia.

Non attraversate mentre mandate sms al cellulare! Questo perche’ potrebbe distrarvi dalla lucina colorata del semaforo e magari procedete a rilento mentre diventa gialla e poi rossa e le macchine partono e voi non finirete mai, mai di scrivere il vostro sms. Un sms incompiuto giace accanto ad ogni semaforo dell’Urbe

Al momento e’ tutto. Per gli attraversatori folli sul raccordo anulare, sulla tangenziale e su tutte le strade a scorrimento veloce, non temete. Vi trattero’ in seguito

15 commenti:

Alessandro Arcuri ha detto...

Ma attraversare mentre si mandano sms è lo stesso che mandare sms finché si attraversa?
Aspetta... non mi è venuto un attacco di totoepeppinite... voglio dire: è meglio smettere di messaggiare e attraversare in fretta o fermarsi sul ciglio dell'attraversamento e continuare con la missiva telefonica?
Lo so, è una questione di lana caprina ma ieri sono andato a sentire Marco Travaglio e se oggi non penso solo a cazzate amene, a quisquilie e pinzillacchere, prima mi mangio il fegato e poi mi do' alla lotta armata rivoluzionaria... -___-

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Cavolo! E poi dicono che i blogs non sono istruttivi! :-D

luly ha detto...

Effettivamente non scamazzare un pedone distratto nell'Urbe è cosa assai difficile, anche perchè ne spuntano da tutte le parti!
Vero è che, da automobilista,posso affermare con convinzione che pure i guidatori al volante sono molto, moooolto pericolosi.
Saggio è, allora, colui che riesce a restare in casa il più possibile accontentandosi di quel che ha e che, una volta fuori casa, riesce a tenere l'attenzione per strada sia come pedone che come automobilista o altro......
Mi viene da pensare agli uomini: con tutti questi culi e queste tette al vento, ma come si fa a stare attenti al verde, al giallo e alle strisce pedonali?!?
Un abbraccio Punzy, cià!:)

Le Favà ha detto...

Alessandro è un genio.

comunque hai ragione, soprattutto quella del passeggino. E poi ci si lamenta sempre.

Punzy ha detto...

Alessandro.: e' meglio rimenere dfermi e finire l'ama. Io sono andata a vedere travaglio la settimana scorsa e stavo come te

Luly: saggio e' colui che ha SEMPRE l'attenzine desta!!

Saggio ha detto...

Qualcuno mi cerca?

(come vedi Punzy sono SEMPRE attento)

il monticiano ha detto...

Mi sa che dopo questo post non pedono più, me ne resto in casa fino alla fine del mondo e mi faccio 50Km al giorno di ciclettata.

gigi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gigi ha detto...

A Baranto (che è Bari + Taranto, ma anche bara + Taranto)
il problema delle strisce pedonali non è mai esistito!


perchè hanno prima disegnato le strisce pedonali e dopo hanno steso l'asfalto.
gigi

bradipa ribelle ha detto...

poveri bambini kamikaze vittime delle loro mamme....

articolo21 ha detto...

davvero, concordo con Bradipa.

Andrew ha detto...

questa guida mi piace troppo!

La Mente Persa ha detto...

Punzy, urge anche la casistica degli attraversatori di strade con i cani al guinzaglio! :)
Magnifica quella sugli sms!

Bruno ha detto...

ma anche con i passeggini "tuning" di adesso è pericoloso? per le mie caviglie SI.....

giardigno65 ha detto...

dovresti fare una sorta di ISORADIO