mercoledì 12 dicembre 2007

L'ASSALTO AI FORNI

.. le strade e le piazze brulicavano d'uomini, che trasportati da una rabbia comune, predominati da un pensiero comune, conoscenti o estranei, si riunivano in crocchi, senza essersi dati l'intesa, quasi senza avvedersene, come gocciole sparse sullo stesso pendìo. (….)c'eran pure alcuni più di sangue freddo, i quali stavano osservando con molto piacere, che l'acqua s'andava intorbidando; e s'ingegnavano d'intorbidarla di più, con que' ragionamenti, e con quelle storie che i furbi sanno comporre, e che gli animi alterati sanno credere; e si proponevano di non lasciarla posare, quell'acqua, senza farci un po' di pesca(…)Non mancava altro che un'occasione, una spinta, un avviamento qualunque, per ridurre le parole a fatti; e non tardò molto (..)Uscivano, sul far del giorno, dalle botteghe de' fornai i garzoni che, con una gerla carica di pane, andavano a portarne alle solite case. AI primo comparire d'uno di que' malcapitati ragazzi dov'era un crocchio di gente, fu come il cadere d'un salterello acceso in una polveriera. - Ecco se c'è il pane! - gridarono cento voci insieme. - Sì, per i tiranni, che notano nell'abbondanza, e voglion far morir noi di fame, - dice uno; s'accosta al ragazzetto, avventa la mano all'orlo della gerla, dà una stratta, e dice: - lascia vedere -. Il ragazzetto diventa rosso, pallido, trema, vorrebbe dire: lasciatemi andare; ma la parola gli muore in bocca; allenta le braccia (..)Giù quella gerla, - si grida intanto. Molte mani l'afferrano a un tempo: è in terra; si butta per aria il canovaccio che la copre: una tepida fragranza si diffonde all'intorno. - Siam cristiani anche noi: dobbiamo mangiar pane anche noi, - dice il primo; prende un pan tondo, l'alza, facendolo vedere alla folla, l'addenta: mani alla gerla, pani per aria; in men che non si dice, fu sparecchiato. Coloro a cui non era toccato nulla, irritati alla vista del guadagno altrui, e animati dalla facilità dell'impresa, si mossero a branchi, in cerca d'altre gerle: quante incontrate, tante svaligiate (…)Con tutto ciò, coloro che rimanevano a denti secchi, erano senza paragone i più; anche i conquistatori non eran soddisfatti di prede così piccole, e, mescolati poi con gli uni e con gli altri, c'eran coloro che avevan fatto disegno sopra un disordine più co' fiocchi. - Al forno! al forno! - si grida.
(A.Manzoni, i promessi sposi cap 12 )

I supermercati sono gremiti di gente: casalinghe, coppie, pensionati,single; tutti riempiono il carrello di ogni genere alimentare possibile: pasta,pelati, barattoli di fagioli,ceci,lenticchie; finita la verdura, termina il self service per la frutta: un incaricato del supermercato si occupa di servirti, non permettono che l’acquisto sfugga al controllo, che si crei il parapiglia appanicato che c’e’ stato ieri. Latte razionato, introvabile quello a lunga conservazione. E tra la folla c’e’ chi, forse per scherzo, forse per pessimismo, dice che e’ solo l’inizio, che dalla settimana prossima si andra’ a piedi e mangeremo zuppe fino a Natale e scordiamoci la frutta se ne parlera’ st’estate. Per le strade, lunghe file ai benzinai, solo benzina verde, gasolio finito. Nugoli di bambini corrono per i marciapiedi gettando petardi (che guarda caso e’ l’unica merce che non scarseggia)..ma non dovrebbero essere a scuola? Ad un certo punto mi viene il dubbio che durante la notte l’Italia impazzita abbia dichiarato a guerra a qualche paese del mondo e in realta’ dovrei essere in casa, in questo momento, ad ammassare roba nella dispensa e a scavare una nicchia nel muro con un cucchiaio per morire incorniciata quando cadranno le bombe.
(Punzy, ma in che cazzo di paese vivo, cap.I)

8 commenti:

Ciarcip ha detto...

.....pero' io voglio bene agli autotrasportatori e nonostante tutto spero continuino cosi....

Punzy ha detto...

Infatti a loro va tutta la mia solidarieta'; e' con la gente subnormale che me la prendo

the muffin woman pat ha detto...

io non ho fatto benzina e penso che non la farò. non sono andata al supermercato, e i miei non si stanno preoccupando di ciò. e io sono contenta. essendo una persona tendenzialmente pessimista ho già ipotizzato la fine del mondo, ma sono tranquilla. credo. io sono con i camionisti. ma perchè non andiamo a fare tutti la spesa in autostrada? :D

Il perfido ha detto...

E soprattutto se lo sciopero dovesse continuare per sempre, cosa cambierebbe morire di fame due giorni dopo rispetto agli altri?

Punzy ha detto...

boh, forse preferiscono veder morire qualcuno prima di loro, boh
Pat ma..la foto del fagiano? :)

La Regina ha detto...

Non vorrei rovinare il vs spirito, ma è stata data comunicazione ufficiale che sciopero e picchettaggio sono terminati oggi.

the muffin woman pat ha detto...

L'avevo inviato. l'ho rinviato stamttina. ma è giusta la mail?

Messaggio inviato: fagiano

Punzy ha detto...

ti rido' l'indirizzo: punzilla@gmail.com