mercoledì 11 febbraio 2009

L’Urbe rotonda

Dunque, anche nell’urbe, nel patetico tentativo di smaltire il traffico, sono state fatte delle simpatiche rotonde stradali.
Ovviamente, essendo l’Urbe popolata da pazzi prepotenti quello che si e’ ottenuto e’ di creare un nuovo tipo di traffico: il traffico a palla
Dicesi traffico a palla il caratteristico flusso di macchine a carattere sferico che si crea in prossimita’ e sopra le rotonde, il cui funzionamento risulta oscuro per gli abitanti dell’Urbe: la precedenza non viene data a chi si e’ gia immesso nella rotonda, non viene data a nessuno. Per cui, tutti continuano ad infizzarsi senza sosta fino a quando tutto lo spazio disponibile non e’ congestionato e si forma questo tappo circolare fatto da macchine incastrate in un abbraccio meccanico, nessuno si muove piu’, arrivano i vigili e fischiano e tutto rimane uguale, perche’ l’unico modo risolvere il traffico a palla e’ quello di bruciare delle macchine agli ingressi della rotonda, consentendo a qualcuno di uscire.
Ovviamente, non si possono bruciare le macchine degli altri, e’ cattiva educazione e violazione della proprieta’ privata (benche’ la sottoscritta ritenga che sia un’ottima soluzione: in situazioni del genere nessuno e’ innocente, tutti hanno contribuito a creare il caos e tutti devono perire per questo).
L’unica soluzione quindi, e’ di mettere i vigili all’ingresso delle rotonda, che fermano le macchine e fanno defluire il traffico.
La legge della coperta corta urbana recita che se i vigili sono sulle rotonde, non sono da altre parti, per cui ormai e’ un mese che sulla strada che porta al mio ufficio, ad un incrocio pericolosissimo, ci sono sette/otto incidenti stradali che bloccano il mondo mentre quattro km piu’ in la’ quattro vigili non possono accorrere perche’ devono regolare il traffico sulla stramaledetta rotonda che si imbuta sempre di piu’perche’ dato il traffico all’incrocio la gente cambia strada e si butta sulla rotonda.
Non se ne esce
Ne’ dalla rotonda ne’ dall’incrocio ne’ dal collasso dei miei poveri nervi
Io vorrei sottoporre il sindaco questa soluzione: invece dei semafori all’incrocio pericolosissimo mettiamo delle gnocche bionde e poppute in bikini, dal colore diverso a seconda di come dovrebbe essere il semaforo: verde, arancione e rosso, che dolcemente agitano dei cartelli con su scritto: passa, fermati, rallenta eccetera. Invece sulla rotonda ci mettiamo dei culturisti enormi che fermano le macchine con il solo sguardo e ringhiano chi tenta di passare

Se non funziona questo mi arrendo, getto la spugna

22 commenti:

paperogaedintorni ha detto...

ottima idea. le bionde poppute intendo. per il resto, rassegnati. anche quando sono al sud, vedo che non ce la fanno a capire come funzionano le rotonde e perchè dovrebbero impedire incidenti e ingorghi anzichè moltiplicarli. non gliela facciamo proprio.

articolo21 ha detto...

mai arrendersi!!! :)

Alessandro Arcuri ha detto...

A volte penso che faccia tutto parte di un grandioso piano, secondo il quale, quando le rotonde saranno belle intasate di auto, si rivelerà la loro vera natutra e verranno tutte stappate come gli scarichi dei lavandini, trascinando tutte le auto in tanti liberatori Mäes... Malës... Masl... GORGHI!

Le Favà ha detto...

Il Veneto è la patria delle rotonde....a volte immense. a volte così piccole che ti fermi 100 mt prima e scendi per poter misurare a falcate se la tua macchina ci passa, e se non ci passa azzi tuoi. Ovviamente in quei casi le Smart fanno il loro sporco lavoro...

loffa ha detto...

l'idea è buona delle bionde poppute......ma chi le preserva dai violentatori che ormai pullulano nell'urbe?????poverine.......

loffa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ventopiumoso ha detto...

le bionde potrebbero ingenerare incidenti.. uhm.. credo che non se ne esca. le rotatorie non sarebbero male come idea, se fossero fate con criterio e buon senso..

XPX ha detto...

Le rotonde sono un grandissima invenzione: si risparmia l'energia dei semafori ed il tempo del viaggiatore. Tutto questo a patto di avere automobilisti con educazione minima.

Il Blog | Attualità | Psicologia ha detto...

Complimenti per il tuo Blog! Ti andrebbe di fare uno scambio di link col mio: www.francescogreco.splinder.com ?

Ciao
Francesco

Pietro ha detto...

le rotonde dovrebbero stare al loro posto, sul mare...

Bastian Cuntrari ha detto...

Punzy, stanno arrivando anche da me, a Ostia, le stramaledette rotonde!
(Battutaccia: per la serie "una rotonda sul mare...").

Ma gli gnoccoloni no, eh?

Bastian Cuntrari ha detto...

***azz! Lo vedo ora!
Me l'ha fregata Pietro!

artemisio ha detto...

Tutto si riconduce al relativismo del senso civico e della conoscenza del codice della strada ed al senso di opportunismo che pervade ogni singolo guidatore a Roma. Non esistono regole, l'unica è quella che di volta in volta stabilisce che tu, in quel momento in quel posto, hai la precedenza anche su Cristo in carrozzella. E la cosa vale per tutti, con manifesti risultati.

pierprandi ha detto...

Inutile Punzy...Quella con le rotonde, è una battaglia persa... Un saluto

Prefe ha detto...

le rotonde in realtà sono funzionali, a Vicenza.
A roma come ho già detto venni diversi anni fa. Ancora non riesco a togliermi dalla mente quegli automobilisti che mi cercavano di uccidere ad ogni curva...

Punzy ha detto...

lo schiacciaprefe, dunque

the muffin woman pat ha detto...

ridatemi i semaforiii.
io che sono sempre di fretta al semaforo rosso faccio un sacco di cose.
tipo:
-mettere il lucidalabbra
-finire di vestirmi
-allacciare le scarpe
-cercare il telefonino
-mettere i vari monili
-pensare a che strada devo fare
-pensare se ho preso le chiavi di casa
-pensare se ho spento tutte le luci
-pulire gli occhiali
-osservare i vicini di macchina
....
abbasso le rotonde, viva i semafori

confinidiversi ha detto...

Ho il magone ogni volta che sento parlare di traffico. Quanto vorrei che insegnassero a scuola la materia "mobilità sostenibile".

l'incarcerato ha detto...

Non arrenderti, resistenza pure per queste cose, dai! ;)

Camu ha detto...

Dalle mie parti dove non c'è spazio per una rotonda fanno un'ovale..cosi' creano le famose rotonde a uovo, pericolosissime perchè non ti rendi neanche conto di essere su una rotonda!!!E lì fioriscono clacsonate a gogo, diti medi alzati a volontà!!!
Oppure rotonda + semaforo+ vigile insomma un gran casino!!!!altro che palestrati ..un bilico a sciacciare un pò di macchine ogni volta che si crea un ingorgo!!!

Franca ha detto...

Comunque, a parte gli scherzi, le rotonde sono pericolosissime, perchè gli italiani pare non abbiamo ancora capito come funzionano...

La Mente Persa ha detto...

Le puppone farebbero fare dei tamponamenti a catena.
Non se ne esce, Punzy, non se ne esce.
Secondo Darwin l'evoluzione dell'essere umano è stata bloccata dalle rotonde.
gio