martedì 3 febbraio 2009

Sicurezza nell’Urbe

Dunque, oggi vorrei proprio trattare un tema di graffiante attualita’, per non dire di estrema urgenza sociale. Insomma, ne parlano tutti i giornali, la tv e internet; ormai lo sanno tutti: nell’Urbe c’e’ il problema sicurezza.
Io che ci vivo ve lo posso confermare: questa citta’ non e’ sicura. I cittadini sono in pericolo. Le istituzioni sono chiamate a fare la loro parte, a non rimanere indifferenti di fronte al dramma di noi poveri esseri urbani.
Lo ammetto, la situazione e’ diventata insostenibile, non si puo’ piu’ camminare in strada di notte: e’ pericoloso.
Rischi di cadere nelle buche e nessuno ti vede, sei un cittadino morto.


Sono contenta che finalmente se ne parli, voglio dire, sono anni che sto denunciando questa cosa: le strade non sono sicure, sono piene di buche, lavaroni, pozzanghere con doppio fondo, piscine non autorizzate, crateri col brecciolino sul fondo, insomma, un cittadino tiene il diritto di camminare per strada senza che alla sua macchina si rompa il semiasse un giorno si e un giorno pure. Per non parlare dei marciapiedi: con il monsone sui marciapiedi ci e’ caduto di tutto: vasi di fiori, cornicioni,cittadini affacciati alle finestre ecc; ovviamente e’ tutto rimasto li’: detriti, cocci e buche che si sono formate. Forse qui nell’Urbe teniamo la fissa del reperto storico: trovi un vaso caduto sul marciapiede con dentro un geranio tutto scamazzato, pensi che e’ un reperto e non lo tocchi. Poi dopo un paio di giorni arrivano i vigili, transennano il vaso con annesso cratere e sul marciapiede non si passa piu’, mentre i detriti sono in mezzo alla strada e chi li toglie? Non lo so, forse c’e’ un conflitto di competenze tra gli operatori ecologici e l’ANAS.
Insomma, questa e’ una citta’ dove non puoi piu’ camminare tranquillo: con la macchina o a piedi sei comunque costretto a procedere a velocita’ tartaruga che fa lo slalom gigante e a sperare che la pozzanghera che ti trovi di fronte sia veramente una pozzanghera e non un tunnel dimensionale che se lo imbocchi sbuchi fuori in Cina.
Voglio dire, noi paghiamo le tasse, abbiamo diritto a camminare sereni per strada senza slogarci una caviglia se vogliamo fare una passeggiata.
Un altro grande problema sono i pirati della strada. Una volta attraversavi sulle strisce perche’ quelle erano sicure, invece adesso se stai sulle strisce sei praticamente un bersaglio mobile, perfettamente visibile grazie alle strisce stesse che contrastano ed evidenziano il punto dell’attraversamento pedonale.
Il problema dei pirati della strada e’ una cosa che i cittadini non possono risolvere da soli: non e’ che possiamo passare la giornata a pestare chi ci investe, specialmente se ci siamo fatti male. Se le istituzioni non vogliono che ci facciamo giustizia da soli, intervengano per chiudere tutte le scuole guida dell’Urbe e far fare gli esami severissimi soltanto alla motorizzazione, con ingegneri svizzeri e danesi incorruttibili, poi vediamo se la maggior parte dei cittadini riesce a prenderla, la patente. Proprio stamane in autobus leggevo di una bambina di quattro anni investita sotto scuola mentre era mano nella mano con la sua mamma; una stupida tizia urbana l’ha scamazzata mentre faceva retromarcia.
Inoppugnabile la sua giustificazione:”non l’avevo vista”. Voglio dire, mica quando uno fa marcia indietro guarda se dietro al culo della sua macchina c’e’ qualcuno. Si conta sulla reazione del cittadino pedone:”non mi ha visto che stavo facendo retromarcia guardando da tutt’alra parte? Cos’e’,stupido, che ha tentato di attraversare mentre io facevo manovra a cazzo di cane?”
L’emergenza sicurezza c’e’ eccome; e io ho una soluzione per risolverla:
Si smetta subito di rubare i soldi delle tasse dei cittadini e li si investa in strade e marciapiedi nuovi e nuove assunzioni di vigili urbani ai quali viene fatto il lavaggio del cervello ed istillato un profondo senso civico; piazzati ad ogni angolo dell’Urbe quando vedono una cretina che fa retromarcia mentre guarda una vetrina con le scarpe in saldo si avvicinano gentilmente, la fanno scendere, le prendono la patente e la bruciano insieme alla macchina; alla cretina non sara’ mai piu’ concesso guidare nemmeno una bicicletta.
Tanto potra’ andare a piedi, i marciapiedi saranno agibili

E’ questa la vera emergenza sicurezza, il degrado civico, civile ed istituzionale che permea ogni angolo di questa citta’ in decadenza

E le buche, sempre e comunque

35 commenti:

pierprandi ha detto...

Primo!!! Le buche con il doppio fondo sono ormai una piaga sociale... A presto

the muffin woman pat ha detto...

io lo dico da mo.
non è il fatto di fare soluzioni piu' severe, è il caso di stroncare alla base.
se non fai sei in grado di guidare non ti do la patente. punto.

Pietro ha detto...

più che la patente a punti ci vorrebbe la patente a pugni...

Punzy ha detto...

ha ha ha la patente a pugni ha ha ha

l'incarcerato ha detto...

"trovi un vaso caduto sul marciapiede con dentro un geranio tutto scamazzato, pensi che e’ un reperto e non lo tocchi".

Ahahah forte questa. Sei troppo simpatica!

Bruno ha detto...

purtroppo mettere esami ed insegnanti piu' rigidi potrebbe servire da adesso in poi....ma tutti quelli che girano a ruota libera che si fa? e i tuoi amici col SUV? :-D

Camu ha detto...

Tutte le volte che attraversi la strada è un terno al lotto!!!ti chiedi sempre mi beccano o non mi beccano?Dovresti sempre avere a portata di mano un ombrello di acciaio da tirarlo sui cofani delle macchine!!!

paperogaedintorni ha detto...

sono reduce giorni fa da una ruota quasi deflagrata a causa di una buca dai bordi, anzi dai fiordi, aguzzi e sporgenti, roba che se ci lanciavi una monetina dentro ti ritornava indietro come nelle scogliere irlandesi.
that's emergenza sicurezza, altro che menate in salsa padana. purissima verità.

Le Favà ha detto...

E pensare che Punzy, tutte le strade portano a Roma...

Dalle mie parti ci sono due strade nuove, quella che porta dal mio paese direttamente a Padova, detta la Nuova statale del Santo, che ha in se numerosi dossi naturali, derivati dall'incapacità dei costruttori di livellare il terreno prima dell'asfalto. Se acceleri rischi di volare nei fossi adiacenti, oppure andare addosso al primo camion.

L'altra strada porta alla circovalazione di Castelfranco, anche qui si è seguito il metodo dosso naturale. Da notare che è vicino all'uscita per la discoteca, ovvero prima o poi uno salta via e finisce sotto.

Miranda ha detto...

oddio...non oso dirlo ma...Mi sono identificata con la cretina che guarda le scarpe in saldo...mi sa che son grave...(però io di solito mi fermo in mezzo alla strada per vedere i saldi, mica faccio retromarcia eh... faccio incxxxre quelli dietro ma non sono pericolosa...)

pierprandi ha detto...

Il 13 dovrò venire nell'Urbe , come farò a sopravvivere alle pozzanghere con il doppio fondo, ai vasi di gerani a agli autisti urbani...? Qualche consiglio...?

XPX ha detto...

Per quanto riguarda le striscie pedonali voglio segnalarti che nella mia urbe hanno iniziato a farle a mo' di grosse cunette.
Prova ad attraversarle con l'auto a più di 50 km/h ... altro che semi assi rotti .... ^___^
Un'idea semplice e geniale.

Punzy ha detto...

Pierprandi: prega
scherzo, basta fare attenzione: non pensare mai di essere in un'Urbe normale e bada a dove metti i piedi!!

Bastian Cuntrari ha detto...

BastardInside, Punzy! Che ridere!

articolo21 ha detto...

Grandissima Punzy, core de sta città... :)

La Mente Persa ha detto...

In Svizzera per un eccesso di velocità si prendono, per sempre, la tua auto... ;)
Gio

il monticiano ha detto...

Punzy, sai che c'è? Per una volta, magari per una sola volta, vado contro...(stavo per scrivere "mano" da vecchio guidatore ora non più)...tendenza. E ti spiego perchè. Noto con vero piacere che quando attraverso le strade vicino casa, sempre sulle zebre, appena i guidatori mi intravedono comnciano a rellentare, quasi si fermano e mi lasciano passare scambiandoci persino un gesto silenzioso di saluto. Noteranno in me qualcosa di anormale? L'uomo di nenderthal, franckestein, l'orso bruno d'abruzzo? Non so spiegarmelo. Proprio ieri, guarda che combinazione, attraversavo via E.Filiberto per andare a via Galilei e, addirittura, una macchina a sirene spiegate e luce blu lampeggiante sul tetto, ha rallentato e m'ha lasciato passare.
Mi devo preoccupare che ne dici?

artemisio ha detto...

Monticiano, si. O sei basso e con la testa pelosa e ti prodighi in sorrisi millantatori, oppure preoccupati.

Minu ha detto...

sei un vero spasso, già detto vero? riesci a rendere comiche anche le piaghe sociali neh?!

bradipa ribelle ha detto...

anche io sostengo la patente a pugni!

Prefe ha detto...

minchia,
il tuo odio cresceva con l'approssimarsi dell'ultima riga!

Blogger ha detto...

Per me Alemanno le scava per vedere un morto ogni tanto mentre Rutelli lo faceva per pregare.
Veltroni... lui lo faceva così, tanto per fare.

Blogger

ombus ha detto...

brava miss Punzy! anche se son novello e vergin di questo blog dall'alto della mia esperienza approvo! lo scorso novembre ero in gita nell'urbe con i miei studenti quando sulle strisce di piazza esedra un vecchietto tipo filini m'ha messo sotto. ao' m'avesse detto scusi, ma che jo fatto! no' manco s'è scusato! m'ha detto: "credevo de passa'" e io sto acora dopo oun mese d'ospedale ancora a casa stampellon stampelloni con un ginocchio fracassato, augurando al driver che m'ha rovinato pure le feste di natale emorroidi purulente e elefantiache! mortangolieri sui!

il Russo ha detto...

Oggettivamente tu ci scherzi ma hai ragione da stravendere: a Roma in certe zone ci sono delle autentiche fosse anticarro, e il vostro stupendo sindaco l'unica cosa che sa fare è continuare a nominare consiglieri (siamo già a 33, record, e sembra non abbia ancora finito) con stipendi lordi a 5 zeri...

amatamari ha detto...

Spero che tu raccolga tutte queste istantanee dell'urbe e le trasformi in libro...
Brava, anzi bravissima

Alessandro Tauro ha detto...

Si conta sulla reazione del cittadino pedone:”non mi ha visto che stavo facendo retromarcia guardando da tutt’alra parte? Cos’e’,stupido, che ha tentato di attraversare mentre io facevo manovra a cazzo di cane?”

Stupenda!!!!

confinidiversi ha detto...

Punzy, ma quanto cavolo sono profonde stè cazzo di buche? E, cosa più importante, li avete, i razzi di segnalazione, se ci cadete dentro a piedi?

il cuoco ha detto...

Se pensi Che da noi le uniche strisce che hanno illuminato sono quelle davanti alle sezione del comitato elettorale dell'ex Sindaco ( x fortuna ex)
Chiedere poi di smettere di rubare i soldi che i cittadini versano sotto forma di tasse (ma li versano i cittadini o solo i dipendenti sia che siano dipendenti di aziende private o quei fannulloni delle aziende pubbliche ) e di usarli per risistemare il degrado delle nostre strade è come chiedere al vescovo Williamson di ricnoscere la shoah.
Complimenti per la tua ironia.
Ciao

Alessandro Arcuri ha detto...

Giusto ieri sera ho sentito per Onda Verde che si è aperta una voragine tipo bocca degli inferi in una strada ovviamente di importanza cruciale per la circolazione nell'Urbe (con conseguenze fantozziane tipo ingorgo a forma di croce uncinata). Per cui hanno pensato bene di segnalare su scala nazionale che chi avesse avuto intenzione di avvicinarsi a Roma sperando di uscirne vivo, se lo poteva tranquillamente scordare.
Ovviamente hanno usato toni meno drammatici ma io sapevo che dietro il freddo linguaggio tecnico del comunicato radiofonico si celava una vicenda degna dei racconti Punziani... :-P

Punzy ha detto...

buongiorno a tutti e benvenuti ai nuovi arrivati, mi raccomando tornate presto!! ombus, buona guarigione..aldo: preoccupati!!

Franca ha detto...

Sei sicura che il tuo sindaco quando parla di sicurezza faccia riferimento a quello che dici tu?

@enio ha detto...

aspettiam e speriamo nel frattempo... campa cavallo che l'erba cresce!

Peppe ha detto...

Maledette buche, mi hanno rovinato le sospensioni dell'auto; sto facendo una petizione di quartiere invitando tutti a non pagare la tarsu fino a che il comune non faccia una manto stradale nuovo nella zona dove vivo. Ciao.

La Regina ha detto...

Se non erro la donna in retromarcia che ha investito la bimba...era proprio la madre della piccola!
Ormai l'Urbe è tutta uno scavo archeologico....buche per reperti storici e voragini per incuria di tutte le amministrazioni comunali.
Mi ricordo una notte, alle 3, viaggiavo in zona Piramide con la mia auto accompagnata solo da una pioggia torrenziale...finii dentro un cratere, coperto da un lago, che mi fece letteralmente esplodere una gomma....stoicamente io e la mia auto decidemmo di arrivare a casa con le ns forze...avrò si buttato una gomma e il cerchio in lega, ma almeno non sono stata violentata da un rumeno! Eh già...anche questa è una delle tante emergenze sicurezza dell'Urbe.

Donna Cannone ha detto...

io mi meraviglio che i guidatori si fermino ai semafori e alle strisce. Davvero non me lo apsettavo. Quello che mi frega è l'asfalto bagnato: come pedonA, scivolo che è una meraviglia. Fortuna che so pattinare, Ma che è? Il guano? lo smog? che lo rendono così?