venerdì 30 novembre 2007

COSE PAZZE DALL’URBE


Ieri, in metro, un distintissimo signore con tanto di 24 ore al seguito ha instaurato un’animata quanto intensa discussione con la sua scarpa destra. La teneva in mano, a volte la portava al viso, abbassando il tono di voce ad un sussurro.
Forse gli era particolarmente affezionato.
Considerando che non c’era traccia della scarpa sinistra, ne’ al suo piede, ne’ nei dintorni di esso, forse posso comprenderlo

5 commenti:

Il perfido ha detto...

Forse è un nuovo modello di cellulare! Oppure parlava col suo criceto che stava trasportando nella scarpa....

Punzy ha detto...

o magari con il suo amico folletto immaginario che viveva nella scarpa... :)

La Regina ha detto...

Io da piccola avevo un amichetto invisibile che abitava nel mio indice e medio della mano destra, si chiamava Bluken...l'avreste mai creso??!!
Ok, ok, ne eravate certi!

the muffin woman pat ha detto...

io veramente ce l'ho ora l'amico immaginario. si chiama Ugo ed è il fidanzato virtuale che quando una delle mie amiche rimane single prende il posto del fidanzato effettivo. Ugo è il top che una possa desiderare.

sulpo ha detto...

Avevo un amico immaginario
ma abbiamo litigato, e ora abbiamo smesso di immaginare di frequentarci.