mercoledì 15 ottobre 2008

Cittadini coraggiosi

Che non si dica che in questa citta’ siamo tutti una massa di pecoroni senza spina dorsale!!!
Nell’Urbe abbiamo fior di cittadini con le palle, con coraggio da vendere e sprezzo del pericolo. In un paese che si configura sempre piu’ come luogo di rammolliti asserviti e appecorati, mi pregio di annunciarvi che qui, nell’urbe caput mundi, noi non teniamo paura di niente.
A dimostrazione di quanto affermo, periodicamente inseriro’ in questa rubrica, cittadini coraggiosi, il fulgido esempio di coraggio di un mio concittadino che magari sfugge alla reportizzazione ufficiale e si consuma nel silenzio.

Per iniziare bene, riporto due grandi atti di coraggio:

Domenica mattina, ore 12.50-Ponte su lungotevere Urbe sud ovest

Un ciclista, vestito appunto da ciclista provetto con la solita tutina lycra-che fa-figo e tanto di caschetto proteggi zucca correva come Bartali contromano, con assoluto disprezzo della sua vita e di tutti quelli che sterzavano e frenavano per non ucciderlo.
L’istinto dei cittadini automobilisti, radicato contro ogni ragione, ha rischiato di creare un maxi tamponamento a catena da cui l’imbecille su due ruote sarebbe uscito assolutamente indenne
Alla fine della sua folle corsa ha cercato di salire con la bici sull’argine del Tevere, che sfortunatamente e’ in secca
Considerato che ne e’ uscito incolume, gli consiglio di giocare all’enalotto. Un culo cosi’ minimo fa sei

Lunedì mattina, ore 9.45-comunale a scorrimento veloce

Un sorridente concittadino cinese faceva tranquillamente jogging su questa mega autostrada cittadina a nove corsie, ovviamente contromano con tanto di cuffietta nelle orecchie e aria saputa di chi si tiene in forma, mentre intorno le macchine raggiungevano la velocita’ della luce e passavano nell’iperspazio. Mi aspettavo di vederlo volare da un momento all’altro su nel cielo, spinto dal muso di qualche Suv che correva a pazzo e che invece di frenare aveva accelerato ma no, tranquilli, il cittadino lo vedo ancora dallo specchietto retrovisore mentre correndo pacifico imbocca lo svincolo per il raccordo anulare.
Auguri.
Io in motorino ho paura di andarci a 40 all’ora, su quella strada e nella direzione corretta..

13 commenti:

Bruno ha detto...

avevo 5 minuti di tempo e ho sbirciato un po'.....questo post è bellissimo.....e rido ancora adesso.......... sta sera con piu' tempo, se non ti dispiace, ti aggiungo nella mia blogroll..... ti andrebbe uno scambio link?

Punzy ha detto...

perche' no? visto che adesso ho un minuto di tempo ti linko

Pellescura ha detto...

Punzy, stasera sono libero, che fai dopo cena? :-)

Bruno ha detto...

Fatto, aggiunto il tuo blog sia nella lista amici, sia nel blogroll ... grazie ...

ottantenati ha detto...

ti invito a venire a conoscere il nostro gruppo!!! complimenti per il blog www.ottantenati.135.it

Franca ha detto...

Più che coraggiosi, direi aspiranti suicidi...

il Russo ha detto...

Grande cinese, il maratoneta del 2000!

Pino Amoruso ha detto...

Anche nell'urbe lo smog raggiunge il cervello dopo un pò di tempo???

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Comunque quando si va a piedi è obbligo andare contromano....

Alessandro Arcuri ha detto...

Ma il due sportivoni di cui parli come mai insistono tanto ad andare a fare esercizio ed aprirsi ben bene i polmoni in corrispondenza di arterie cittadine tutte belle pregne di gas di scarico?
Forse sanno qualcosa che noi non sappiamo?
Forse i gas di scarico delle auto, ad una certa concentrazione, sono allucinogeni e loro son lì che si fanno dei trip da paura...

Punzy ha detto...

Buongiorno a tutti;
Per pellescura, hio letto troppo tardi

Per Ale pure io mi chiedo ma che cazzo ti apri a fare i polmoni in mezzo ai gas di scarico? boh

XpicioX ha detto...

Nell'Urbe si fa sport come si può.

Prefe ha detto...

jogging in tangenziale!
grande

io in tangenziale a milano ho trovato la polizia che aveva fermato dei tizi in bicicletta che guardavano i poliziotti come per dire "beh, che cazzo volete?"